ARCHIVIO – Alla Galleria Melesi la presentazione di “Dare tempo al tempo”, l’ultimo libro di Alma Gattinoni e Giorgio Marchini

0

LECCO – Le opere di centotrenta poeti italiani del Novecento in un’antologia che ha come tema il tempo. Si tratta di Dare tempo al tempo, l’ultimo volume realizzato “a quattro mani” da Alma Gattinoni e Giorgio Marchini e che verrà presentato sabato 28 maggio alle 18, presso la Galleria Melesi di Lecco. Un nuovo lavoro, quindi, per la coppia di saggisti e studiosi molto attiva nel panorama culturale lecchese, che dopo una serie di volumi dedicati all’arte ha deciso di scrivere un libro riservato interamente alla poesia.

Layout 1Sono centotrenta, come detto, i componimenti di altrettanti autori presenti nell’antologia. Opere, queste, che gravitano tutte attorno alla tematica del tempo e che sono proposte non in maniera cronologica, bensì in sequenza alfabetica secondo il cognome dell’autore. Una caratteristica non scontata, che come spiegato nella quarta di copertina «produce una rete estesissima di relazioni, di rimandi, di “accoppiamenti giudiziosi”, tra poeti molto diversi per personalità, stili, generazioni». Accanto a giganti della poesia italiana del Novecento, presenti nel volume, infatti, anche poeti meno conosciuti e che gli autori faranno forse scoprire per la prima volta al lettore. Bertolucci, Caproni, D’Annunzio, Fortini, Giudici, Gozzano, Luzi, Marin, Montale, Pascoli, Pasolini, Penna, Quasimodo, Raboni, Rebora, Rosselli, Saba, Sereni, Ungaretti, Zanzotto. Questi solo alcuni dei poeti inclusi nella ricca antologia, che permetterà di far convivere autori di inizio Novecento con altri dei decenni successivi, fino ad arrivare ai protagonisti più recenti della poesia italiana.

Un’opera che vuole essere, quindi, un omaggio alla poesia, attraverso una riflessione a puntate su una delle tematiche filosofiche più importanti per gli uomini: quella del tempo. Il volume, oltre alla prefazione dello scrittore Paolo di Paolo, contiene anche un interessante saggio degli autori intitolato Per un alfabeto poetico del tempo.

L’ingresso alla presentazione è libero

Share.

L'autore di questo articolo