ARCHIVIO – Da Giampaolo Simi ad Alice Basso:
alla Libreria Volante di Lecco una settimana di incontri con autori ed eventi

0

LECCO – Lo scrittore, sceneggiatore e giornalista Giampaolo Simi a Lecco per parlare del suo ultimo romanzo, Come una famiglia, il giorno stesso in cui il volume esce in libreria: giovedì 14 giugno. E poi, protagonisti di una settimana che si preannuncia ricca di ospiti, la giallista Alice Basso con il suo La scrittrice del mistero, Michele Benini e Wajahat Abbas Kazmi con Allah Loves Equality: si può essere gay e musulmani? e gli studenti di 3M del musicale del Grassi di Lecco, chiamati ad animare via Bovara con una nuova maratona di lettura, tra musica e parole. Continuano gli appuntamenti alla Libreria Volante di Lecco, che per il mese di giugno ha in cartellone un susseguirsi di incontri con autori ed eventi: ecco, nel dettaglio, le iniziative in programma da mercoledì 13 a sabato 16 giugno 2018.

Ad aprire la settimana sarà, mercoledì 13 giugno alle 18, la presentazione organizzata in collaborazione con le associazioni Il Grande Colibrì e Renzo e Lucio Lecco Glbts e che avrà per protagonista un volume che già dal titolo si preannuncia interessante. Pubblicato da Tam Editore e scritto a quattro mani da Michele Benini e Wajahat Abbas Kazmi, Allah Loves Equality: si può essere gay e musulmani? racconta la storia della campagna contro l’omofobia nell’Islam e contro l’islamofobia nella comunità LGBTQIA, nata due anni fa proprio dall’idea di Wajahat Abbas Kazmi, giovane regista pakistano. Un libro, questo, che raccoglie le voci di diversi attivisti e che documenta la vita di persone omosessuali e transessuali in Paesi con leggi che criminalizzano la loro condizione.

Poi, giovedì 14 alle 21, il già citato appuntamento con Giampaolo Simi. Libro che sarà sugli scaffali proprio da giovedì, in Come una famiglia (Sellerio) lo scrittore toscano porta il lettore in Versilia e «traccia la storia di una famiglia – come anticipano dalla Libreria lecchese – alle prese con un dilemma cui non è facile dare soluzione: fino a che punto ci si può spingere per proteggere le persone che amiamo? Come rispondere al sospetto che in un figlio si nasconda una creatura feroce? Un romanzo che narra di una famiglia; di un figlio, Luca, che è giovane e promettente calciatore; di uno stupro e di un’indagine che mina le certezze di un padre».

Venerdì 15 alle 18 è la volta dei ragazzi della 3M del Liceo Grassi, protagonisti di una maratona di lettura dal titolo “Dove scorrono latte e miele 1948-2018: 70 anni di Israele, 70 anni di esodo palestinese”. L’evento vedrà i liceali proporre, in piena via Bovara, una serie di letture tratte da Il signor Mani di Abraham Yehoshua, Ogni mattina a Jenin di Susan Abulhawa e La rabbia del vento S. Yizhar, il tutto accompagnato da musiche e canti eseguiti da loro dal vivo.

A chiudere la settimana sarà, infine, Alice Basso, in libreria sabato 16 alle 18 per parlare del suo La scrittrice del mistero (Garzanti), romanzo che ancora una volta ha per protagonista la ghostwriter Vani Sarca. Personaggio che i lettori hanno imparato a conoscere nei precedenti libri della saga, «la scrittrice dall’innata empatia e capace di dare voce ai pensieri degli autori, di ricreare perfettamente il loro stile di scrittura – spiegano dalla libreria – questa volta si trova a collaborare con la polizia per risolvere un caso più personale di altri. Le sue doti intuitive serviranno a indagare su strane minacce di morte al suo ex fidanzato. Una vicenda in cui sentimenti vecchi e nuovi si intrecciano alla crescente consapevolezza che la mente umana nasconde abissi oscuri».

«Siamo molto felici – è il commento di Shantala Faccinetto, insieme a Serena Casini titolare della Libreria Volante – di continuare la nostra estate in giallo con due appuntamenti imperdibili: una super novità e un attesissimo ritorno! Giampaolo Simi ci racconta il suo ultimo libro proprio nel giorno della pubblicazione nazionale, e la cosa ci rende molto orgogliose. Sabato è la volta di Alice Basso, che torna da noi: Alice è stata una delle nostre prime ospiti quando abbiamo aperto la libreria, ormai tre anni fa: ci ha portato fortuna e da allora – conclude – non la lasciamo più».

Share.

L'autore di questo articolo