ARCHIVIO – Da Sgarbi a Oreglio, da Rattaro a Vitali: a Mandello del Lario la prima edizione del “Festival della Letteratura”. Tutte le anticipazioni

0

MANDELLO DEL LARIO – Alcuni nomi sono di sicuro richiamo, da Vittorio Sgarbi a Flavio Oreglio, da Sara Rattaro ad Andrea Vitali. E poi, in un cartellone fatto di undici presentazioni di libri ed eventi collaterali come le mostre fotografiche o la sfilata medievale, un susseguirsi di altri nomi, dall’editore, aforista e illustratore italiano Alberto Casiraghy alla giornalista lecchese esperta di medio-oriente Chiara Zappa, dalla fotografa Sara Munari all’artista Gaetano Orazio. Guarda un po’ a volti noti e un po’ al territorio la prima edizione del Festival della Letteratura di Mandello del Lario, l’iniziativa promossa dal Comune di Mandello e dalla Pro Loco, curata da Alberto Mojoli e in programma dal 13 al 29 luglio 2018. Un festival che, scorrendo gli eventi in cartellone, affianca ad appuntamenti dedicati al mondo dell’editoria anche una selezione di eventi di musica e arte, con l’esibizione (sabato 21 luglio alle 20, in Piazza Leonardo da Vinci) dell’arpista Vincenzo Zitello (capace di suonare contemporaneamente due arpe) e l’esposizione di opere dei pittori mandellesi Alessandro De Battista e Tiziano Cantoni.

Ma, soprattutto, sarà un festival dedicato ai libri: ad attirare l’attenzione è sicuramente l’incontro fissato per il 28 luglio alle 21 (in Piazza Da Vinci), quando protagonista sarà il critico d’arte Vittorio Sgarbi, a Mandello per presentare il suo Dal mito alla favola bella. Da Canaletto a Boldini. Un volume, questo, che prosegue il progetto di comporre una storia e geografia dell’arte in Italia: un itinerario cronologico che prende il via, qui, da Venezia, prosegue alla volta di Roma, Napoli, della Toscana, dell’Emilia e, infine, di Milano, alla scoperta dell’arte che va dalla seconda metà del Settecento ai primi decenni del Novecento. E poi, come anticipato, l’appuntamento con Flavio Oreglio, che il 14 luglio (alle 21, in Piazza da Vinci) prenderà spunto dai libri La vera storia del cabaret e Tu prova ad avere un’idea – Ripensando De André e Gaber per dare forma a Il cabaret perduto, una lectio semiseria che tra chiacchiere, diapositive e reading ricostruisce un quadro storico-concettuale del cabaret.

Al festival della Letteratura c’è spazio anche per la scrittrice Sara Rattaro, che il 21 alle 18 presenta il suo ultimissimo Uomini che restano, per Andrea Vitali, a Mandello il 20 alle 21 per parlare di Nome d’arte Doris Brilli: I casi del maresciallo Ernesto Maccadò, per il cantautore Mimmo Locasciulli, che il 15 alle 21 racconterà un po’ di sé e del suo libro Come una macchina volante, e per il fondatore della casa editrice Pulcinoelefante Alberto Casiraghy, protagonista della serata del 27. E ancora, tra gli altri, le lecchesi Sara Munari – fotografa che ha raccolto i suoi scatti nel libro Be the bee body be boom e che, per farlo, si è ispirata alle favole del folklore dell’Est Europa e alle leggende urbane che soffiano su quei territori – e Chiara Zappa – giornalista pronta a raccontare il suo ultimo libro sul Medio Oriente: Anime fiere, resistenza e riscatto delle minoranze del Medio Oriente.

Un ampio cartellone di eventi, quindi: un festival in cui, come anticipano gli organizzatori, la letteratura si fa punto di partenza per «indagare il mondo dell’arte, della musica, del teatro e della poesia».

INFORMAZIONI – Tutti gli incontri sono a ingresso libero. Di seguito il programma dettagliato con tutti gli appuntamenti.

Share.

L'autore di questo articolo