I consigli di PeregoLibri: “La ferocia” di Nicola Lagioia

0

Rubrica a cura di PeregoLibri – Barzanò

Nicola Lagioia, La ferocia

Einaudi  – Premio Strega 2015

Il veicolo sbuffò. Il monumento svanì dopo una curva nel rosso acceso del pomeriggio agonizzante, e solo allora l’immagine riemerse in tutta la sua forza. Ho sognato un cervo femmina che annegava nel proprio sangue. Michele rabbrividì. Vide i semafori che lampeggiavano, le luci delle vetrine. Negozi di scarpe, salsamenterie. Gioiellieri che compravano oro. Vecchi anelli: patti infranti. Il sogno era della notte precedente. Sentì salire l’angoscia. Provò a distrarsi. Trentaquattro insegne luminose, e io ho trentatre anni […].

la ferocia1La ferocia. Che cos’è la ferocia? Nulla di controllabile o di convenzionale, di razionale o di premeditato. Ferocia è qualcosa di profondo, è l’istinto primordiale di sopravvivenza che brucia nell’intimo di ognuno di noi e che preme per emergere.

Nicola Lagioia ci mette tra le mani il suo romanzo, a prima vista un giallo, un noir ambientato in Puglia, ai giorni nostri. In realtà, sfogliando già le prime pagine e addentrandosi nella lettura, ci si rende conto che La ferocia è qualcosa di più, di più complesso, di sfaccettato, di tante voci e tante storie e tante vite insieme.

Feroce è Vittorio, il padre di famiglia, nella sua avidità cupida; feroce è Clara, che impariamo a conoscere e osserviamo impotenti nella sua vertiginosa discesa verso il basso; feroci sono la leggerezza infantile di Gioia e l’egoismo di Ruggero; feroce è Michele, disgregato e fragile, forse il personaggio più illuminato dal romanzo stesso.

Personaggi scandagliati nel profondo, legami mancati o densi e disperati, l’amore messo in discussione in tutte le sue forme: l’amore paterno e quello fraterno, l’amore coniugale e quello proibito.

Una storia di malaffare e morti sospette, un noir che in realtà diventa pretesto per mostrare la lucida insensatezza di molte azioni umane, che talvolta rischiano di compromettere intere esistenze.

La ferocia di Nicola Lagioia è un romanzo complesso, che aggiunge un tassello al mosaico della Letteratura contemporanea, paesaggio multiforme e ancora in divenire.  Una scrittura alta e pulita in grado di scavare nella realtà e di consegnare al lettore un intreccio mirabilmente intessuto.

Il ritmo serrato del racconto fa da eco al tempo della storia, che si avvolge su se stesso e si slancia in ogni direzione offrendo a chi legge una visione d’insieme, completa. Il punto di vista esplode e si disperde: mille occhi puntati sulla scena e voci che scorrono e scivolano fluide.

Il lettore ne è letteralmente risucchiato.

Un romanzo da non perdere.

Nicola Lagioia, La ferocia, Einaudi  – Premio Strega 2015

Euro 19,50

Share.

L'autore di questo articolo