ARCHIVIO – “Leggermente”
Caprarica, Somoza, Cognetti, Cipriano: gli incontri di giovedì e venerdì

0

LECCO – Piero Cipriano, Antonio Caprarica, Domenico Barillà, Alfredo Luis Somoza e ben quattro appuntamenti con Paolo Cognetti. Questi gli incontri da non perdere nelle giornate di giovedì 23 e venerdì 24 marzo di Leggermente.

Antonio Caprarica

Antonio Caprarica

Si parte con due appuntamenti nel pomeriggio di giovedì. Sarà il medico psichiatra e psicoterapeuta Piero Cipriano a intervenire alle 17.30 presso Palazzo delle Paure per presentare il suo La società dei devianti. L’autore farà una riflessione sul concetto di devianza all’interno di una società che tende a etichettare ogni deviante sia dal punto di vista medico e psichiatrico che da quello sociologico e giudiziario, tanto da creare una sorta di tatuaggio identitario che impone un destino prefissato. Cipriano si soffermerà, in particolare, sulla stanchezza esistenziale che a volte sbrigativamente viene definita depressione e che la società prima alimenta e poi, anche in questo caso, cerca di etichettare. In contemporanea, ma a Barzanò, l’altro appuntamento del pomeriggio: l’incontro con uno dei giornalisti più noti al pubblico televisivo, Antonio Caprarica. Per numerosi anni corrispondente da Londra per la Rai, Caprarica presenterà il suo libro dedicato a Elisabetta II e intitolato Intramontabile Elisabetta (presso la libreria Perego Libri). Con il suo inconfondibile stile, lo scrittore tratteggia una biografia che ripercorre il regno di una regina che ha superato come durata quello di Vittoria, in un volume che racconta di cadute, trionfi e curiosità di una sovrana che ormai rappresenta il simbolo della sua stessa istituzione e che ha caratterizzato un’epoca. Il giornalista incontrerà il pubblico anche in serata (alle 21) a Valmadrera, presso l’auditorium del centro Fatebenefratelli.

Sempre in serata, alle 21 ma all’Auditorium comunale di Merate, spazio ad un altro psicoterapeuta, Domenico Barillà, che presenterà il suo Quello che non vedo di mio figlio. Un libro, questo, dedicato al rapporto genitori-figli, nel tentativo di sfuggire al pregiudizio che «deforma – si legge nella presentazione – gli sguardi di noi adulti e trasforma i nostri figli in oggetti misteriosi, spesso in estranei. Una visione alternativa, anzi, rovesciata rispetto a quella cui siamo abituati. Forse è l’operazione che dovremmo svolgere in parallelo noi e i nostri figli: provando a fotografarci dall’interno, per mettere in evidenza parti che ignoriamo, perché solo questo ci può dare indicazioni più complete, capaci di facilitare l’interpretazione della realtà».

Alfredo Somoza

Alfredo Somoza

Grande protagonista della giornata di venerdì sarà, invece, lo scrittore Paolo Cognetti, che presenterà per ben quattro volte il suo ultimo lavoro, Le otto montagne. Un romanzo, questo, ambientato in alta quota che parla di Pietro, ragazzo di città solitario e scontroso, e dei suoi genitori, uniti dalla passione per la montagna (si sono addirittura sposati ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo) e che faticano a reggere l’orizzonte piatto di Milano, in una vita frenetica di città che li riempie di rimpianto e nostalgia. Gli appuntamenti per incontrare Cognetti saranno: alle 11 nell’aula magna ex Liceo Bovara a Lecco, alle 16.30 presso la Libreria Volante di Lecco (per un reading), alle 18 all’auditorium dell’Ospedale Manzoni di Lecco (intervistato dallo scrittore bellanese Andrea Vitali) e alle 21 al cinema Bruno Colombo di Pasturo in un incontro che vedrà l’autore dialogare con Giuseppe Mendicino e Andrea Vitali.

Non solo Cognetti, però, nella giornata di venerdì. Nella mattinata, alle 10 e presso la sala Ticozzi di Lecco, si terrà infine l’incontro con il giornalista, antropologo e scrittore Alfredo Luis Somoza. L’antropologo italo-argentino, direttore della rivista online dialoghi.info e presidente dell’Istituto Cooperazione Economica Internazionale di Milano, terrà una conferenza dal titolo Migrazioni tra ieri e oggi, tra globalizzazione ed emergenza.

 

Share.

L'autore di questo articolo