ARCHIVIO – Poemi mariani del 500 nel volume scritto dal Prof. e assessore lecchese Salvatore Rizzolino. Alla Libreria Parole nel Tempo la presentazione

0

rizzolinoLECCO – Un libro che vuole essere una nuova edizione critica del volumetto di Nicolao Tucci Angelus Domini nuntiavit Mariae e che, grazie alla presenza di un corpus di poemetti mariani spesso dimenticati, intende far rivivere un po’ del clima letterario del XVI secolo, proprio a ridosso della Riforma protestante. Si tratta del volume Angelus Domini nuntiavit Mariae. Poemetti mariani dimenticati  fra Lagrime e Rime spirituali del Tasso, recentemente pubblicato da Edizioni Biblioteca Francescana e scritto da una personalità che, in città, è conosciuta: il professore del Liceo Classico e Linguistico “Alessandro Manzoni” nonché assessore all’Istruzione del Comune di Lecco Salvatore Rizzolino.

angelus-domini-nuntiavit-mariaeUn libro, questo, che sarà presentato alla presenza dell’autore mercoledì 7 febbraio 2018 (alle 18) alla Libreria Parole nel tempo di via Partigiani, a Lecco, e che, come anticipato, si presenta come una sorta di antologia di brani mariani di autori cappuccini coevi o posteriori al Tucci, «testimonianza – si legge nella presentazione del volume – di amorose frequentazioni, di meditazioni e di un fuoco che arde nell’animo di questi antichi frati senza consumarlo». Un libro, ancora, che rimette in circolo testi poco noti o addirittura dimenticati della tradizione di poesia religiosa di argomento mariano della seconda metà del ‘500: «testi spesso piuttosto difficili – anticipano gli organizzatori dell’incontro – nei quali si insinuano motivi e suggestioni della lirica contemporanea, tra Manierismo e Barocco».

Share.

L'autore di questo articolo