Tra cultura “alta” ed eventi pop: alla Libreria Parole nel Tempo un aprile di appuntamenti

0

LECCO – Ci sarà, come ormai sappiamo, un’occasione di cultura alta, con l’incontro che porta a Lecco il professore ordinario di Filologia Italiana e di Filologia e critica dantesca Donato Pirovano. E poi uno sguardo rivolto alla cultura giovanile e del territorio, con la presentazione di un disco hip hop e la sfilata delle t-shirt Arte da indossare, firmate da Raouf Gharbia. Il mese di aprile porta alla Libreria Parole nel tempo di Lecco un cartellone articolato di appuntamenti: una serie di incontri destinati, di volta in volta, a un pubblico diverso e pensati per arricchire l’offerta culturale della città.

A inaugurare il mese di appuntamenti è l’evento che sabato 14 aprile, a partire dalle 18, ha per protagonista il rapper lecchese Blan 1, alias Fabio Minonzio. Un’occasione, questa, per conoscere l’ultimo disco del giovane lecchese, attivo da una decina d’anni nel panorama della musica hip-hop. Un album dal titolo PARTYCOLARE e che, stando alle anticipazioni della libreria di via Partigiani, «sintetizza il suo percorso musicale: contiene quattro inediti e alcuni tra i pezzi che hanno finora meglio caratterizzato la sua produzione». Uno sconfinamento, quindi, nella cultura musicale giovanile, di cui si parlerà in compagnia dello stesso musicista.

Si cambia registro, invece, giovedì 19 aprile alle 18, quando è in programma la presentazione – la prima in Italia – della recentissima nuova edizione del dramma di Gabriele d’Annunzio Francesca da Rimini (Salerno Editrice, 2018). Un’edizione, questa, curata da Donato Pirovano, professore ordinario di Filologia Italiana e di Filologia e critica dantesca all’Università degli Studi di Torino, e che si distingue per l’accurato commento di Pirovano, risultato di una profonda competenza di dantista e di storico della letteratura contemporanea. Presente in libreria per presentare il suo lavoro, il professore ha alle spalle la pubblicazione di testi novellistici cinquecenteschi (I diporti di Girolamo Parabosco, La Fonte del diporto di Gherardo Borgogni, Le piacevoli notti di Giovan Francesco Straparola) ed è studioso del Dolce stil novo, di cui ha pubblicato un’antologia integrale (Roma, Salerno Editrice, 2012) e una monografia (Roma, Salerno Editrice, 2014). Nel 2015 ha anche curato la nuova edizione criticamente rivista e commentata della Vita nuova di Dante (nell’ambito della Nuova Edizione Commentata delle Opere di Dante).

Infine uno sguardo all’arte: in programma per venerdì 20 aprile (alle 20.45), infatti, l’evento Vestire il pensiero, che avrà per protagonista Raouf Gharbia. Architetto e artista che vive e lavora a Lecco da trent’anni, oltre a realizzare opere di grafica Gharbia si è distinto per aver dato forma a una linea di T-shirt chiamata “Arte da indossare”, elaborazione artistica di aforismi tratti da opere filosofiche e letterarie, da Eraclito a Schopenhauer, da Dante a Borges. Una serata che, oltre a inaugurare l’esposizione allestita in libreria e che sino al 20 maggio permetterà di visionare le opere grafiche dell’artista, vedrà alcuni giovani sfilare indossando i capi realizzati da Raouf Gharbia e contemporaneamente leggere una più ampia porzione del testo da cui gli aforismi sono stati tratti.

Share.

L'autore di questo articolo