“Welcome to Insomnia”: un racconto gotico per ragazzi
Teka Edizioni pubblica il nuovo libro di Gianluca Alzati

0

LECCO – «Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò, andò ad aprire e vide che non c’era  nessuno». Così diceva Martin Luther King in un suo discorso. E lo stesso concetto sembra essere il fulcro di Welcome to Insomnia, il nuovo libro di Gianluca Alzati. Ottavo lavoro  dello scrittore per ragazzi e primo con la casa editrice Teka Edizioni di Lecco, il volume può essere definito come un racconto gotico che intende riflettere proprio sul tema della paura. Non solo le classiche paure del buio, della notte e dell’ignoto, però: al centro del lavoro di Alzati emergono, grazie alle vicende dei ragazzi protagonisti del libro, anche quelle legate più all’indifferenza e alla solitudine. «Ho scelto un racconto che parla di fantasmi per riuscire anche ad affrontare – spiega infatti l’autore – tematiche molto importanti nella contemporaneità, soprattutto per quanto riguarda la vita degli adolescenti. Ne sono esempi i problemi legati al bullismo, ai pericoli del web, alla diversità di genere e alla legalità».

alzati-1Un’opera che mette in luce, quindi, temi cari a uno scrittore che, in quanto insegnante di Lettere nella Scuola secondaria di primo grado, ben conosce le problematiche di cui parla. Ed è proprio il mondo della scuola a essere al centro di buona parte di un’opera che si apre con l’incontro tra una classe di ragazzi non troppo studiosi e un professore strano  e anticonformista: Marcus Stranaluna.

Il professore, una sorta di alter ego di Alzati, sorprende e allo stesso tempo interessa gli alunni con un metodo innovativo, che comprende anche l’ascolto di musica rock in grado di mettere in luce le paure sopite dei ragazzi: un susseguirsi di canzoni che sono vera e propria colonna sonora del romanzo, tutte raccolte sotto forma di track list alla fine del libro.

Welcome to Insomnia è un testo dalla struttura quasi teatrale, diviso in due atti: dapprima una panoramica sui personaggi, con i loro problemi adolescenziali e le paure, in seguito il racconto di una gita scolastica proposta dal professor Stranaluna. Meta scelta Insomnia, località che altri non è che il paese fantasma per eccellenza del territorio lecchese: Consonno.

Un racconto horror, quindi, ma anche di formazione, ispirato ai capolavori del genere come Stand by me di Stephen King. Un libro, ancora, che può essere utile non solo ai ragazzi, ma anche a insegnanti e genitori, così da far comprendere che, certo, fantasmi e paure esistono e vanno ammessi, ma che vanno soprattutto affrontati. The real ghost is inside of you, insomma, proprio come dice il testo della canzone scritta dallo stesso Alzati e suonata dai 2blood˚S con un video ambientato proprio a Insomnia/Consonno.

Share.

L'autore di questo articolo