ARCHIVIO – A Galbiate torna il Tutti Fuori: tre giorni di musica e concerti dal vivo

0

GALBIATE – Tre giorni di musica dal vivo e dj set a Galbiate. Torna uno dei festival più longevi dell’estate lecchese: il Tutti Fuori per l’Africa, l’iniziativa che oltre ad animare le serate galbiatesi ha per obiettivo quello di raccogliere fondi per il St. Francis Children’s Village del Kenya e per la costruzione di un asilo a Kinshasa. Numerosi i concerti che si susseguiranno sul palco con gruppi che proporranno i più svariati generi musicali, dal demenziale al rock, dal folk alla musica d’autore, fino ai dj set con elettronica e techno. La manifestazione, che si terrà presso il Centro Sportivo di via Bergamo a Galbiate, prenderà il via venerdì 1 e si concluderà domenica 3 luglio.

standing babasRuggero De I Timidi sarà l’indiscusso protagonista della prima serata di festival. Cantante e cabarettista di Zelig e Colorado, porterà sul palco galbiatese i suoi pezzi goliardici, demenziali e surreali, che da anni spopolano su Youtube. Il concerto, che inizierà alle 20, sarà aperto dagli Standing Babas, band lecchese che affianca brani originali a cover.

Venerdì 2 si cambia genere ed è tempo di dj set, per una serata tutta da ballare (a partire dalle 20): Burning Disco, Snap Out e come special guest Elisa Bee saranno, infatti, i protagonisti di una serata che proporrà discomusic, techno e musica elettronica.

scarpascesFolk e musica d’autore, invece, per l’ultima giornata di Tutti Fuori (domenica 3 a partire dalle 18). A concludere la manifestazione ci penseranno infatti il giovanissimo cantautore lecchese C’esco e i musicanti di Brahma e gli Scarpasces, con le loro cover di artisti italiani quali Davide Van de Sfroos, Fabrizio De André e Modena City Ramblers.

L’ingresso è libero e per tutta la durata della manifestazione sarà presente un servizio cucina, birra e cocktails. Il ricavato delle iniziative sarà destinato in parte al Saint Francis Children’s Village (Kenya) e in parte alla costruzione di un asilo a Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo.

Share.

L'autore di questo articolo