ARCHIVIO – “Accordi/Disaccordi, Woody Allen e il Jazz”: a Malgrate una serata tra cinema e musica

0

MALGRATE – Musica jazz e Woody Allen. Chi conosce il regista americano sa quanto il legame con il jazz sia fondamentale nei suoi film: un rapporto imprescindibile, talmente forte da essere parte integrante, sostanziale, della poetica di Allen. È il jazz ad accompagnarci per le strade della sua New York, a prepararci alla visione durante i titoli di testa, a scandire i ritmi del film. È il jazz, ancora, la passione di una vita, il suono del suo clarinetto.

woody-allenUna rassegna come Lario Jazz Tellers, che dalla sua nascita intende proporre al pubblico diverse anime del jazz, non poteva tralasciare questo legame. L’appuntamento è quindi per domenica 27 novembre, quando a partire dalle 17.30 nella Quadreria Bovara Reina di Malgrate si terrà il terzo evento della rassegna. Si tratta di Accordi/Disaccordi, Woody Allen e il Jazz, una serata promossa da The Concept con il patrocinio del Comune di Malgrate e che avrà per protagonisti il Lario Jazz Tellers Quartet e l’esperto di cinema Massimo Ferrari, insieme nel proporre un viaggio attraverso la musica jazz e la filmografia del grande regista newyorkese.

«L’iniziativa – anticipano i promotori – ha proposto sin dall’inizio una attiva condivisione tra musicisti e pubblico di un linguaggio artistico tra i più ricchi e innovativi del Novecento, che ha coinvolto nei suoi processi creativi anche altre arti, come il cinema. Ci accompagneranno in questo percorso Michele Giana al clarinetto e al sax, Giuseppe Bottarini alla chitarra, Osvaldo Tapparo al contrabbasso, Luca Soresinetti alla batteria, che eseguiranno grandi classici del genere dando risalto al clarinetto, e Massimo Ferrari che, tra la prima e la seconda parte del concerto, attraverso la proiezione di alcune sequenze ci introdurrà alla filmografia e alla poetica del regista americano».

L’ingresso è libero.

Share.

L'autore di questo articolo