ARCHIVIO – Al Circolo Libero Pensiero arrivano gli Embryo, leggendaria band tedesca

0

LECCO – Una band che affonda le sue radici nel Krautrock anni Settanta e che di decennio in decennio si è evoluta, ha coinvolto centinaia di musicisti diversi, portando il suo eclettismo musicale in giro per il mondo. Gli Embryo, collettivo e gruppo musicale nato a Monaco di Baviera alla fine degli anni Sessanta, fanno tappa a Lecco, precisamente al Circolo Libero Pensiero. Reduce dal recente tour in Marocco, la band si esibirà sul palco del circolo lecchese nel tardo pomeriggio di domenica 14 febbraio, a partire da 18. Un evento organizzato dal collettivo Venerdì sera sono – al – Libero e che al termine del concerto offrirà ai presenti l’opportunità di cenare insieme ai musicisti (costo per la cena 10 euro).

@ Ali Malak

@ Ali Malak

Ma torniamo alla band: nata nel 1969 per iniziativa del polistrumentista Christian Burchard e del sassofonista e flautista Edgar Hoffmann, si impone presto come uno dei maggiori gruppi jazz-rock degli anni Settanta e come esponente di quel genere che la stampa e la critica hanno etichettato con il nome di Krautrock, in bilico tra il rock progressivo e la musica elettronica tipici del panorama musicale tedesco di quel decennio. Poi, di anno in anno, il susseguirsi di musicisti diversi all’interno della formazione, la collaborazione con artisti quali Fela Kuti, Ravi Shankar, Trilok Gurtu, Charlie Mariano o Mal Waldron e l’apertura a influenze musicali diverse, sino ad essere definita come una world music band.

Gli Embryo sono «una delle band più alternative e libere del panorama musicale – così ne parlano gli organizzatori della serata – lontano dalle case discografiche e all’insegna del linguaggio universale che può mettere in comunicazione le più disparate forme culturali del pianeta». Difficile, infatti, «dare una definizione precisa – continuano – alla loro musica, che pure nasce affondando le radici nella seconda metà degli anni ’60, tra le jazzsession con grandi musicisti come Mal Waldron e Charlie Mariano, e le esperienze del “rock” alternativo con i fratelli AmonDuul II, e che si sviluppa nei decenni successivi come ethno band aperta, per una vera e propria musica senza limiti».

INFORMAZIONI - Ingresso 5 euro (under30 a 3 euro). Dalle 20 cena conviviale con gli artisti (primo del giorno, tagliere di affettati/formaggi, vino e caffè a 10 euro. Gli organizzatori consigliano la prenotazione ai contatti del circolo: 0341/493262 o circololiberopensiero@gmail.com).

Share.

L'autore di questo articolo