ARCHIVIO – Al Circolo Libero Pensiero due serate di live, tra jazz e band emergenti

0

LECCO – Ci sarà, di giovedì, un nuovo appuntamento targato Libero Jazz, mentre si apre venerdì la rassegna dedicata alle band delle sale prova lecchesi. Sono le due serate di live in programma per questa settimana al Circolo Libero Pensiero di Lecco: due concerti fissati rispettivamente per le serate di giovedì 17 e venerdì 18 gennaio e che vedranno esibirsi il D’Auria Aliffi Flight Quartet, i Dr. Branger e i Josephine Whale.

Maurizio Aliffi

Si parte, come di consueto, giovedì alle 21.45: ospite di Libero Jazz sarà il quartetto formato da Simone Mauri (clarinetto basso), Valerio Della Fonte (contrabbasso), Maurizio Aliffi (chitarra) e Francesco D’Auria (batteria e percussioni). Un progetto, questo, in grado di coagulare tutte le esperienze dei componenti: dal jazz alla musica nel teatro e dalla musica contemporanea a quella popolare. Il tutto cercando di produrre un sound originale che prende le mosse dal jazz e dall’improvvisazione ma che non si pone limiti,  capace di cogliere spunti dalle grandi culture mondiali per poi proporre qualcosa di innovativo e al di fuori dai circuiti commerciali, anche se comprensibile dal pubblico. «La musica che presentiamo – spigano infatti dalla formazione – è il tentativo di imbastire una ragnatela su cui inserire temi adeguati e improvvisazioni coerenti alla nostra sensibilità». Ingresso 5 euro (3 euro per gli Under 30).

È una nuova rassegna musicale, invece, quella proposta nella serata di venerdì 18 alle 22. Un’iniziativa, Dalle sale prova lecchesi, che porterà al circolo di via Calloni una serie di appuntamenti dedicati proprio alla musica suonata nelle varie sale prove locali, così da far conoscere che cosa si stia muovendo a livello artistico nel nostro territorio. Protagonisti del primo appuntamento, organizzato in collaborazione con Sound Factory e Laboratorio Musicale, saranno la band Dr. Banger, che propone un hardrock/blues rock, e l’energica rock band dei Josephine Whale. L’ingresso è libero.

Share.

L'autore di questo articolo