ARCHIVIO – Brianza Classica: a Viganò un omaggio alla Vienna degli Strauss

0

VIGANÒ -  È stata una delle città simbolo di tutto l’Ottocento a livello politico e culturale, ma è nella musica che ha rappresentato qualcosa di ancora più importante. Si tratta di Vienna, la capitale dell’Impero austriaco (dal 1867 austro-ungarico), che nei secoli XVIII e XIX è stata senza ombra di dubbio la Città della musica Europea, il luogo dove tutti i più celebri compositori e musicisti sognavano di esibirsi o di abitare. Da Mozart a Beethoven, da Haydn a Schubert, fino ad arrivare a Mahler: sono solo alcuni dei grandi della musica classica che hanno avuto uno stretto legame con la capitale asburgica. Ma è stata una famiglia in particolare ad avere rappresentato il simbolo per antonomasia della città per tutto l’Ottocento, tanto da incarnarne lo spirito: gli Strauss.

metro-foti okE proprio sulle composizioni dei rappresentanti più noti della famiglia viennese sarà incentrato il concerto in programma per domenica 29 novembre 2015 alle 20.30, presso la Chiesa Parrocchiale dei SS. Vincenzo e Apollonia di Viganò Brianza. L’appuntamento, parte della rassegna Brianza Classica, vedrà il Duo Metro–Foti eseguire i celebri valzer, le polke e le marce che hanno reso famosi gli Strauss in tutto il mondo. A partire da Johann Strauss Sr., tra i primi e più importanti protagonisti del valzer tanto da esserne considerato il padre, per arrivare ai figli Johann e Josef. Il primo ha dominato per quasi un secolo la scena musicale viennese con i suoi celebri componimenti, come il valzer più famoso del mondo, Sul bel Danubio blu. Specialista in polke e mazurke con cui riusciva a rappresentare il suo senso poetico, invece, il fratello Franz Josef.

Dal titolo Atmosfere viennesi, l’esibizione presenterà, quindi, musiche dei tre Strauss, interpretate dal duo pianistico a quattro mani composto da Roberto Metro ed Elvira Foti, che insieme hanno tenuto centinaia di concerti in tutto il mondo, oltre ad aver collaborato con importanti orchestre sinfoniche europee, americane e asiatiche. La formazione ha anche inciso due CD, dedicati rispettivamente alle Rapsodie ungheresi di Liszt e a valzer, polke e marce proprio della famiglia Strauss, in un’inedita trascrizione per pianoforte realizzata dallo stesso Roberto Metro. Registrazione, questa, premiata dall’Università di Santa Fe con un International Award in Performing Arts – Music.

Il concerto è a ingresso libero con prenotazione obbligatoria su www.brianzaclassica.it.

Di seguito riportiamo il programma dettagliato del concerto:

Johann STRAUSS jr.: Kaiserwalzer (Walzer dell’imperatore) op. 437 – Auf der Jagd (A caccia) – Polka schnell op. 373 – Rosen aus dem Süden (Rose del Sud) – Walzer op. 388 – Tritsch-Tratsch Polka op. 214 – Frühlingsstimmen (Voci di primavera) – Walzer op. 410

Johann jr. & Josef STRAUSS: Pizzicato-Polka

Johann STRAUSS jr.: Banditen Galopp (Galoppo dei banditi) – Polka schnell op. 378 – Unter Donner und Blitz (Sotto tuoni e fulmini) – Polka schnell op. 324 – An der schönen blauen Donau (Sul bel Danubio blu) – Walzer op. 314

Johann STRAUSS sr.: Radetzky-Marsch (Marcia di Radetzky) op. 228

 

 

Share.

L'autore di questo articolo