ARCHIVIO – I concerti del fine settimana
Celtic Harp Orchestra e molto altro nei circoli del lecchese

0

LECCO – Tornano i concerti del fine settimana nei circoli lecchesi. Da giovedì 10 a sabato 12 marzo sono numerosi gli appuntamenti da non perdere per gli amanti della musica live.

xolSi parte come sempre con il jazz del giovedì sera (alle 21.30) al Circolo Libero Pensiero di Lecco, che questa volta avrà come protagonisti gli XOL. La formazione, composta da tre importanti esponenti del jazz italiano come Guy Bettini (tromba, flicorno, cornetta), Francesco Miccolis (percussioni) e Luca Pissavini (contrabbasso), è reduce da un tour europeo con il sassofonista tedesco Peter Brötzmann e per l’occasione si esibirà con un ospite d’eccezione, Gianni Gebbia, uno dei più apprezzati solisti di sax contralto e sopranino della seconda generazione di grandi improvvisatori. Il musicista vanta collaborazioni con alcuni dei più grandi sassofonisti contemporanei come Steve Lacy, Lindsay Cooper e, in duo, con Louis Sclavis ed Evan Parker. L’ingresso costa 5 euro (3 euro per gli under 30).

Il giorno seguente (venerdì 11) sempre al circolo lecchese si cambia completamente atmosfera. A partire dalle 21.30 spazio infatti al gruppo surf piacentino dei Diabolico Coupè, che sfrutterà l’occasione per eseguire anche brani tratti dall’ultimo disco Little Carmine.  Prima e dopo il concerto si ballerà con il dj set beat di Santo Monkey. Ingresso 3 euro.

when i was an AlienAd Osnago, invece, alle 22 presso il circolo Arci La Lo.Co. torna la musica di Luca Dai e del chitarrista Ricky Waver, con il loro nuovo progetto When I Was An Alien. Si tratta di un viaggio musicale che vuole omaggiare la scena grunge, rock e folk americana, da Neil Young al grunge anni ’90. L’iniziativa è riservata ai soci Arci.

Venerdì è anche il primo giorno di Notti d’Irlanda al circolo Arci La Ferriera di Lecco. In occasione di San Patrizio il locale organizza infatti una due giorni dedicata all’isola di Joyce, con esibizioni dal vivo. Protagonisti della serata di venerdì (21.30) due band di musica Irish: i Pint of whiskey e i Bards from yesterday, mentre per quanto riguarda sabato 12 grande attesa per il concerto di Fabius Constable & Celtic Harp Orchestra. celtic harp orchestra 1Si tratta dell’orchestra di arpe più popolare al mondo e che in più di dieci anni di attività ha all’attivo circa mille concerti e 5 cd ufficiali. L’orchestra guidata da Fabius Constable è in grado di spaziare tra diversi generi musicali, dalla musica celtica al barocco veneziano, dal jazz al minimalismo, dal progressive rock alla musica antica, e vanta importanti collaborazioni con artisti del calibro di Carlos Nunez, Myrdhin, Capercaille, Lùnasa e Alan Stivell. La formazione, che si esibirà a partire dalle 21.30, ha inoltre lavorato con protagonisti della cultura italiana e internazionale quali Arnoldo Foà, Les Productiones du Dragon (Cirque du Soleil), Pepi Morgia, La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, il Trinity College di Dublino, Ikuo Iwabuchi e Ryoko Kashima. L’ingresso è riservato ai soci Arci (sottoscrizione 5 euro).

Sempre sabato, ma al Libero Pensiero, secondo turno del KnockOut, il concorso per band che ha visto nella prima serata la vittoria dei S.A.F.E. e che sabato rivelerà i nomi degli altri due finalisti. A contendersi l’accesso all’ultima fase della competizione il gruppo alternative punk dei Surreal Noise, la band punk rock degli Off Topic e i Trolt Waren con il loro oriental heavy metal. Inizio concerti alle 22, ingresso 3 euro. A Verderio, sabato alle 21.30 sul palco del circolo Arci Pintupi, ci sarà infine il live dei Killi Billi con le loro reinterpretazioni dei classici del punk senza amplificazione e con l’ausilio di chitarre, contrabbassi, cajon, fisarmoniche, glockenspiel, metallofoni, diamoniche, unghie di capra, cabasa e tamburelli. L’ingresso è gratuito con tessera Arci.

Share.

L'autore di questo articolo