Dal barocco ai giorni nostri
A luglio torna il Festival Internazionale Musica Sull’Acqua

0

Francesco Senese (1)COLICO – Otto appuntamenti con la musica dal barocco ai giorni nostri, il tutto immerso in scenari di rara bellezza come l’Abbazia di Piona o, sul ramo opposto del Lario, Santa Maria del Tiglio di Gravedona. Dall’1 al 22 luglio 2017 torna il Festival internazionale Musica sull’Acqua, la manifestazione diretta da Francesco Senese e che ogni anno unisce alla musica la suggestione di luoghi di fascino del Lago di Como. Tema scelto per questa tredicesima edizione è Costellazioni, questo per indicare la presenza, durante il festival, di opere diverse le une dalle altri ma parte di un unico mondo sonoro, di musiche e melodie che si influenzano vicendevolmente e che si specchiano le une nelle altre.

FMSA 2013«Prendendo spunto dalla celeberrima partitura di The planets (1914-16) di Gustav Holst, un’opera di grande suggestione e di raro ascolto in Italia, che sarà eseguita durante il Festival nella versione originale per due pianoforti – spiega il direttore artistico Francesco Senese – il programma di quest’anno vuole costruire un arco che spazi nella produzione musicale del primo Novecento, nella storia più recente come nel mondo romantico ed antico, gustando i numerosi colori e profumi di questa ricchissima produzione musicale. E lo facciamo grazie alla voce di tanti amati musicisti che da anni sono con noi durante questo mese di festival e di nuovi amici che ci onorano della loro attesissima presenza, come il contralto Sara Mingardo, per un percorso di musica insieme anche ai giovani degli atelier che si arricchiscono con un programma orchestrale speciale che vuole far crescere sempre più questo progetto».

Michail_Lifits_(C_Felix_Broede06-1200x800)Otto, come detto, gli appuntamenti in calendario durante tutto il mese di luglio: un cartellone che stando alle anticipazioni alternerà a partiture più note al grande pubblico proposte anche più ricercate. Si parte sabato 1 luglio (ore 21) all’Abbazia di Piona, dove è in programma una serata sulle note della grande musica da camera di Brahms e Schumann: del primo si ascolterà il Trio op. 114 nella più rara versione per viola, pianoforte e violoncello, mentre del secondo il Quintetto in mi bemolle maggiore op. 44 per archi e pianoforte. Interpreti saranno Michail Lifits al pianoforte, Benedetta Senese, Francesco Senese e Verena Maria Fitz al violino, Simone Briatore alla viola e Christophe Morin al violoncello.

Appuntamento sempre all’Abbazia di Piona anche venerdì 7 luglio (ore 21), quando si terrà l’attesa esecuzione di The Planets di Gustav Holst (1874-1934): «un’opera di grande suggestione e di raro ascolto in Italia – anticipano dal festival – scritta dal compositore inglese tra il 1914 e il 1916 e che sarà eseguita da Enrico Pace e Igor Roma nella versione originale per due pianoforti».

Sara Mingardo_2_ridottaSabato 15 luglio sarà la volta, poi, dell’ospite più atteso dell’edizione: si tratta di Sara Mingardo, tra i migliori contralti di fama internazionale, per la prima volta ospite del Festival. Sarà lei la protagonista di un concerto notturno (alle 22.30) in programma nella cornice della Chiesa di Santa Maria del Tiglio a Gravedona, in un programma di musica barocca del Seicento italiano.

A chiudere il festival sarà, invece, una serata dedicata alla musica americana del primo e secondo Novecento, eseguita venerdì 21 luglio alle 21 all’Abbazia di Piona da Andrea Rebaudengo (pianoforte), Francesco Senese (violino) e Roberto Armocida (saxofono).  Accanto a nomi come Gershwin o Cage, la serata affiancherà una nuova costellazione di musicisti irregolari come John Adams, Aaron Jay Kernis, Phil Woods e John Williams.

Come per le passate edizioni non mancheranno, infine, i Caffè del Festival (domenica 2 e sabato 22 luglio, ore 18) a Colico: un’occasione conviviale e informale per conoscere più da vicino gli artisti. Domenica 2 luglio l’appuntamento è all’Enoteca Portovino, mentre il 22 sarà all’Hotel Risi, ospite d’eccezione Victor Morosco, grande jazzista saxofonista americano. Domenica 9 luglio la musica accompagnerà il Caffè del mattino (ore 9.30) con l’appuntamento A colazione con…, ospite il Quartetto Matamoe impegnato nel Quartetto in la minore op. 13 di Mendelssohn.

INFORMAZIONI – Per conoscere il programma dettagliato e per info: www.festivalmusicasullacqua.org, info@festivalmusicasullacqua.org, tel. 334-9277571. BIGLIETTI: intero 18 euro, ridotto 13 euro, abbonamento 50 euro, ingresso libero per ragazzi fino a 14 anni.

Share.

L'autore di questo articolo