ARCHIVIO – Dal canto gregoriano al kletzmer, dall’Oriente agli Appennini
In Valsassina 4 appuntamenti targati “Voces”

0

BARZIO – La musica colta e quella della tradizione popolare si danno appuntamento in Valsassina. Dal canto gregoriano al kletzmer, dalle sonorità dell’Oriente a quelle degli appennini: quattro eventi targati Voces, tutti in programma dal 7 al 10 di agosto. Una sequenza di appuntamenti che avrà per protagonisti diversi luoghi della Valsassina, da Morterone a Barzio, da Ballabio a Taceno, e che come sempre darà spazio, come vuole il festival promosso da Res Musica, alla musica e alla cultura tradizionali antiche.

Si parte, come detto, il 7 di agosto, quando dalle 16 il Comune di Morterone ospiterà i cantori della Val Nure, protagonisti di Fra le montagne e il cielo: un evento che porterà in Valsassina l’affascinante repertorio canoro dell’Appenino piacentino. Musiche provenienti dalle valli della Via del Sale, quella che collegava la Pianura Padana alla Liguria. Il gruppo, composto da giovani cantori che vivono nel paese di Farini, è oggi impegnato nel tramandare i canti di montagna e di osteria del loro territorio.

Ci si sposta a Barzio, precisamente a Palazzo Manzoni, lunedì 8 agosto alle 21, quando è in programma un appuntamento d’eccezione con il Rhapsodija Trio, gruppo che dagli anni ’90 diffonde a livello nazionale e internazionale un mix di musica da tutto il mondo, con brani kletzmer e gitani uniti a tangheade argentine, pezzi propri e riletture dei grandi brani classici. «Musiche di impatto immediato – anticipano da Res Musica, promotrice di Voces – suonate dal violino di Maurizio Dehò, già violinista di Moni Ovadia, personaggio carismatico e grande conoscitore della tradizione popolare est-europea; la chitarra è quella di Luigi Maione, musicista di grande personalità, mentre la fisarmonica di Nadio Marenco è anima pulsante del gruppo, solida base di appoggio per i voli e i virtuosismi dei compagni. Rhapsodija trio è un ensemble straordinario – continuano – che alterna un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero (Europa, Sud America, Africa) a partecipazioni discografiche, apparizioni televisive, diverse collaborazioni in ambito teatrale e cinematografico, proposte dal mondo della danza, ma anche della lirica, dell’arte, di moda, musica leggera e pubblicità».

Antiqua Laus

Antiqua Laus

Doppio appuntamento, infine, mercoledì 10 agosto. Si parte alle 17 a Ballabio, dove uno dei gruppi più prestigiosi al mondo di canto gregoriano, i Cantori Gregoriani diretti da Fulvio Rampi, si cimenterà nella solenne celebrazione in latino e rito ambrosiano tradizionale dei Vespri ambrosiani del santo, che saranno ospitati nella chiesa di San Lorenzo a Ballabio inferiore. Alle 21 ci si sposta, invece, a Taceno, precisamente nella chiesa di Santa Maria Assunta, dove il celebre organista Giancarlo Parodi e l’ensemble vocale Antiqua Laus proporranno Te laudamus:  «un concerto sorprendente – concludono gli organizzatori – che alterna canto gregoriano e ambrosiano   con la musica organistica del ‘700 e dell’800, capace di incuriosire e coinvolgere l’ascoltatore in un percorso poco conosciuto, ma estremamente vario e interessante».

INFORMAZIONI – Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero. Per info: T 0341 282156 – M 392 4671504, resmusica@alice.it, www.voces.artemusicfestival.itwww.facebook.com/res.musica

Share.

L'autore di questo articolo