ARCHIVIO – Grande inizio per il “Lecco Jazz Festival”:
in piazza Garibaldi il sassofonista Kenny Garrett

0

LECCO – È uno dei più importanti sassofonisti jazz in circolazione, vincitore di un Grammy Award e un simbolo per i musicisti della sua generazione. Stiamo parlando di Kenny Garrett, il grande artista statunitense che aprirà la terza edizione di Lecco Jazz Festival, manifestazione organizzata dal Comune di Lecco in collaborazione con il Civico Istituto Musicale Giuseppe Zelioli e che quest’anno ha come titolo Esplorazioni Jazz senza confini. Il concerto si terrà giovedì 19 luglio 2018 in piazza Garibaldi a Lecco a partire dalle 21 e vedrà il sassofonista esibirsi accompagnato da Corcoran Holt al contrabbasso, Samuel Lavisio alla batteria, Vernell Brown al pianoforte e Rudy Bird alle percussioni (il Kenny Garrett Quintet).

In più di trent’anni di carriera Garrett è diventato senza ombra di dubbio uno dei principali sassofonisti della sua generazione e uno dei musicisti più imitati al mondo, con oltre 200 collaborazioni come sideman al fianco di diverse icone musicali e più di 20 dischi come bandleader. Momento di svolta della carriera dell’artista l’ingaggio del 1978 nella Duke Ellington Orchestra, che lo porta alla ribalda internazionale. Numerose, da quel momento, le collaborazioni con grandi musicisti del calibro di Freddie Hubbard, Woody Shaw, Art Blakey & The Jazz Messengers, Miles Davis e Pat Metheny, nelle quali si distingue sempre per il suono vigoroso, melodico e inconfondibile del suo sax alto.

Venendo agli anni più recenti, il musicista tra il 2008 e il 2009 suona nel super-gruppo di Chick Corea e John McLaughlin Five Peace Band con Christian Mc Bride al basso e Vinnie Colaiuta alla batteria e incide il disco omonimo che si aggiudica il Grammy Award nel 2010. La collaborazione con Corea continua e l’anno successivo esce Freedom Band, di cui fanno parte anche Christian McBride e Roy Haynes.

Garrett è negli ultimi anni in grande crescita, non solo come interprete ma anche come compositore di altissimo livello: con l’album Seeds From The Underground (2012), il sassofonista presenta un quartetto rigorosamente acustico, fortemente propulsivo e in grado di mettere in risalto le sue straordinarie doti musicali. Con l’album successivo Pushing the World Away (2013) riceve la nomination ai Grammy come Best Jazz Instrumental Album. È infine del 2016 il suo ultimo album: Do Your Dance.

L’ingresso al concerto è libero.

 

Share.

L'autore di questo articolo