ARCHIVIO – Il pianista di fama internazionale Jörg Demus sul palco della Casa dell’Economia. In programma un omaggio a Debussy

0

LECCO – Un programma interamente dedicato a Claude Debussy a cento anni dalla sua scomparsa e interpretato da uno dei maggiori testimoni di un’intera epoca della musica europea. Si tratta di Hommage à Debussy, il concerto che lunedì 15 ottobre (alle 21) porta sul palco dell’Auditorium della Camera di Commercio Jörg Demus, pianista celebre in tutto il mondo. Un appuntamento, questo, promosso grazie alla collaborazione tra il Civico Istituto Musicale “G. Zelioli” di Lecco e il Centro di documentazione “Arturo Benedetti Michelangeli” di Brescia e che avrà per protagonista un musicista che nel ’45 si è diplomato al Conservatorio di Vienna studiando pianoforte con Walter Kerschbaumer, organo con Karl Walter, direzione d’orchestra con Hans Swarowsky e Josef Krips, composizione con Joseph Marx. Diciassettenne, ha poi seguito corsi di perfezionamento con grandi pianisti del suo tempo, da Yves Nat a Walter Gieseking, da Edwin Fischer a Arturo Benedetti Michelangeli, e nella sua lunghissima carriera ha suonato con le maggiori orchestre e inciso oltre 350 dischi. Un musicista che, oggi novantenne, ha potuto quindi confrontarsi con grandi maestri della generazione a lui precedente e che è ora testimone vivente di quasi un secolo di musica.

Sempre impegnato nel condividere quanto appreso, Jörg Demus non sarà a Lecco solo per il concerto di lunedì: sono in tutto tre, infatti, gli appuntamenti che lo vedono protagonista. Dopo la masterclass per pianisti in programma per domenica 14 ottobre alla Zelioli, è fissato per lunedì 15 ottobre alle 15.30 (sempre presso l’Istituto Zelioli, a Villa Gomes) un incontro pubblico durante il quale il musicista condividerà con i presenti i suoi ricordi di Arturo Benedetti Michelangeli, per lui importante maestro. «A ventidue anni dalla scomparsa – precisano gli organizzatori – Arturo Benedetti Michelangeli appare sempre più un pianista di valore assoluto nel panorama del XX secolo: anche con l’ausilio di rarissime immagini e storici filmati, l’incontro ne rievoca l’arte interpretativa, ma anche la sua figura umana, l’attività didattica e la sua eccezionale sensibilità nel sostenere pianisti di talento. Sarà altresì ricordata la presenza di Benedetti Michelangeli a Lecco, città dove diede diversi concerti dai primi anni ’40 agli anni ’60  instaurando rapporti d’amicizia».

Infine, come anticipato, il grande appuntamento della sera di lunedì, quando il pianista si cimenterà nel programma dedicato a Debussy: un concerto che proporrà una sequenza di capolavori, dalla Suite Bergamasque a Les Images, sino a raggiungere una selezione dai Préludes.

A eccezione della masterclass, tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Qui il depliant con tutti gli eventi.

 

Share.

L'autore di questo articolo