ARCHIVIO – Il violoncellista Reijseger e OY: tappa a Sirtori e a Merate per “Suoni Mobili”

0

SIRTORI – Due tappe lecchesi per il festival che porta la musica nelle più belle piazze, chiese e dimore della Brianza. Due date, una il 28 luglio a Sirtori e l’altra il 30 a Merate, per una kermesse che dal tre di questo mese sta proponendo concerti di altissimo livello, tutti in ambientazioni suggestive. Si tratta di Suoni Mobili, il festival diretto da Saul Beretta di Musicamorfosi, in programma sino al prossimo 5 di agosto. Jazz, dj set, concerti sinfonici, musica dai più diversi paesi del mondo: Suoni Mobili anima questa calda estate monzese e lecchese e nella serata di martedì 28 approda a Sirtori, precisamente nella Chiesina dell’Assunta di Villa Besana (via Giovanni Besana 2).

Ernst Reijseger1Protagonista di questo nuovo appuntamento con il festival sarà il violoncellista e violinista olandese Ernst Reijseger, musicista che stando alle anticipazioni degli organizzatori ha rivoluzionato l’uso del violoncello. «Definirlo un jazzista sarebbe troppo limitante – spiegano – Un campionario illimitato di tecniche estese al violoncello e un approccio onnivoro alla musica gli hanno consentito di suonare praticamente di tutto e con tutti e di rimettersi continuamente in gioco, senza mai smetter e di stupirci: dalle invenzioni con i Tenores Sardi, alle collaborazioni con musicisti africani, ai sodalizi con Franco D’Andrea, Hamid Drake e Louis Sclavis». Il concerto, in programma per le 21.30 e a ingresso libero, in caso di maltempo sarà spostato nella Palestra Comunale di via Ceregallo.

OYCi si sposta a Merate, nell’Area Cazzaniga di via Don Cesare Cazzaniga, giovedì 30, quando Suoni Mobili accoglierà OY, alias la vocalist svizzero-ghanese Joy Frempong, star internazionale oggi affiancata dal produttore e batterista Lleluja-Ha. Un duo, quindi, che a partire dalle 21.30 rapirà i presenti con le sue melodie contagiose: «esploratori delle tradizioni africane, OY trasportano con levità e freschezza quelle radici nell’universo dell’elettronica e delle sonorità contemporanee». Il concerto è a ingresso libero.

Per informazioni su Suoni Mobili: www.suonimobili.it

 

Share.

L'autore di questo articolo