ARCHIVIO – La beat generation in musica: “Libero Jazz” accoglie Massimo Giuntoli e Clara Zucchetti

0

LECCO – Si può mettere in musica lo spirito della beat generation? Come trasformare in note le parole di autori come Kerouac o Ginsberg? Ci ha pensato Massimo Giuntoli, compositore, performer e artista multimediale attivo dalla fine degli anni Settanta e che giovedì 1 dicembre sarà ospite di Libero Jazz, l’appuntamento musicale promosso dal collettivo Venerdì sera sono (al) Libero e in programma al Circolo Libero pensiero di Lecco. PIE GLUE! – singing the beat generation: questo il titolo di una serata che prenderà il via alle 21.45 e che vedrà esibirsi, accanto al pianista, vocalist e autore delle musiche Giuntoli, la percussionista Clara Zucchetti (qui al vibrafono, alle percussioni, alle tastiere e alla voce).

Un progetto che gli stessi strumentisti definisco un’interpretazione musicale dei testi di Jack Kerouac,  Allen Ginsberg,  Gregory Corso,  Lawrence Ferlinghetti,  Robert Creeley, Diane Di Prima, Norman Mailer, Denise Levertov e Michael McClure. Autori, questi, che nella prefazione a Poesia degli ultimi americani Fernanda Pivano ha definito incandescenti, giovani sognatori, portatori di messaggi quasi utopistici, di un modello di società diverso e libero da odi, guerre, corruzione.

giuntoli«È forse azzardato – spiega a tal proposito lo stesso Giuntoli – sperare che alla luce degli attuali scenari politici e finanziari che così prepotentemente stanno ancora una volta generando dubbi e crisi profonde nei confronti dei nostri modelli di società civile, quei messaggi libertari e pacifisti possano – almeno in una qualche misura – tornare attuali. È però una certezza che, rileggendo a distanza di ormai molti decenni le sperimentazioni letterarie di Kerouac, Ginsberg, Corso, Ferlinghetti e Creeley, la potenza visionaria di quei versi riconfermi un fascino e una capacità di coinvolgimento emotivo ed esistenziale che difficilmente il tempo riuscirà a scalfiggere».

INFORMAZIONI – Ingresso 5 euro, 3 per gli under 30.  Dalle 20 è possibile prendere parte a una cena conviviale con gli artisti al prezzo di 15 euro (compreso ingresso al concerto). Per info 0341/493262 o circololiberopensiero@gmail.com.

Share.

L'autore di questo articolo