ARCHIVIO – La musica torna “Tra Lago e Monti”.
Per l’apertura del festival Cuartet con “Canzoni, chansons, songs”

0

LECCO – 15 concerti a ingresso libero in 12 località diverse: la musica torna a essere protagonista dell’estate, con un ricco calendario di eventi in programma in alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio lecchese e della Valsassina. Si tratta della trentunesima edizione del festival Tra Lago e Monti, la rassegna musicale diretta dal Maestro Roberto Porroni e come ogni anno promossa da Confcommercio Lecco e Deutsche Bank (con il sostegno e il contributo di Camera di Commercio di Lecco, Fondazione Comunitaria del Lecchese Onlus, Provincia di Lecco e ACEL Energie). Un festival che prende il via il 25 luglio dal capoluogo – precisamente da Palazzo Belgiojoso – e che sino al 15 settembre proporrà un susseguirsi di concerti di livello nazionale e internazionale in alcune delle chiese e nei luoghi più interessanti del territorio lecchese, valsassinese e del lago.

«Il programma allestito anche quest’anno per la trentunesima edizione dal Maestro Roberto Porroni rispetta – commenta il Presidente di Confcommercio Lecco Antonio Peccati – le impostazioni peculiari di questa rassegna, capace di proporre repertori di qualità e con accostamenti unici, in location sempre suggestive. Il tutto con un mix di interpreti di assoluto valore e di giovani promesse da lanciare».

IL PRIMO APPUNTAMENTO – A inaugurare la rassegna sarà, il 25 luglio alle 20.30 (a Palazzo Belgiojoso di Lecco) Cuartet, quartetto ormai conosciutissimo agli affezionati del festival. Composto dallo stesso direttore artistico Porroni alla chitarra, da Adalberto Ferrari al clarinetto, da Marija Drincic al violoncello e da Marco Ricci al contrabbasso, l’ensemble sarà protagonista di un concerto dal titolo Canzoni, chansons, songs e proporrà un programma fatto di pezzi di cantautori e compositori di musiche popolari, da Sergio Endrigo a Léo Ferré, da George Gershwin a Harold Arlen. Una formazione, Cuartet, che abbiamo già ascoltato più volte in occasione del festival estivo e che nasce con l’intento principale di proporre la musica brasiliana e argentina del XX secolo in una nuova dimensione timbrica, cercando allo stesso tempo di valorizzare l’aspetto più colto della musica brasiliana e il meno noto di quella argentina. Un ensemble, ancora, che può contare sulla differente estrazione dei musicisti che la compongono: una varietà, questa, che ha consentito di fornire una versione originale al repertorio proposto e in grado di decretarne il successo in diversi paesi europei.

Di seguito il programma della serata:

 

Share.

L'autore di questo articolo