La Sbiellata: stasera l’ultimo appuntamento

0

OLGIATE MOLGORA – Buona birra, cibo e, ovviamente, concerti live gratuiti. Per il quinto anno consecutivo torna la Sbiellata sanzenese, il festival dedicato alla musica alternativa e diventato un appuntamento fisso in Brianza. In programma da giovedì 5 a domenica 8 giugno, la kermesse brianzola porterà sul palco allestito in via Cesare Cantù gruppi famosi a livello internazionale, giunti in Italia per l’occasione. Si ballerà, quindi, a suon di musica irlandese, rock, punk e rocksteady: quattro giorni di concerti, quindi, che porteranno a Olgiate gruppi provenienti dallʼAmerica, dalla Svezia, dallʼInghilterra e, ovviamente, dallʼItalia.

Sbiellata2014Taglio nel nastro, quindi, questo giovedì sera, quando a inaugurare il festival ci penseranno gli Uncle bard & the Dirty bastards con il loro Irish folk n’ rock, presentando il nuovo disco ”Get the folk out”. A seguire sarà la volta di una band in arrivo dagli Stati Uniti: si tratta di The Hayseed Dixie, gli inventori del Rockgrass Asganaway, un misto tra il più puro rock e il bluegrass degli stati del sud degli States.

Appuntamento venerdì 6 giugno, invece, ascoltare gli Atlas Losing Grip, band svedese che quest’estate non soltanto supporterà i NOFX in tour, ma calcherà i palchi dei più famosi festival europei. Capitanata da Rodrigo Frontman della storica band Harcore Satanic Surfers, la formazione proporrà un concerto punkrock melodico. Mentre al posto di The Toy Doll saliranno sul palco i Punkreas, la punk band più famosa d’Italia.

Sabato 7 giugno sarà la volta, poi, dei Matrioska, la band milanese che nei suoi pezzi, rigorosamente in italiano, mischia pop, rock, punk e ska. A seguire, direttamente dal Rock in Idro, arrivano a Olgiate i Russkaja, band austriaca dalle influenze russe che farà ballare a ritmo di polka.

Infine, per l’ultima giornata di Sbiellata, domenica si parte alle 18 con l’aperitivo e dance hall di Ganjacookies, mentre in serata saliranno sul palco i Water Tower e, per chiudere, The Bluebeaters, il miglior rocksteady italiano che, dopo aver cantato a lungo con Giuliano Palma, tornano a esibirsi e lo fanno in occasione dei vent’anni di attività.

Tutte le serate iniziano alle 21.

 

Share.

L'autore di questo articolo