ARCHIVIO – Mandello del Lario: sabato arriva l’Orchestra di via Padova

0

MANDELLO DEL LARIO – Diciannove musicisti provenienti da nove paesi diversi, insieme per parlare un unico linguaggio, quello della musica. Attiva dal 2006, la nota Orchestra di via Padova sarà protagonista di una serata promossa da Les Cultures Onlus e inserita nel programma della diciottesima edizione del festival di viaggi, luoghi e culture Immagimondo. Un concerto che sarà l’occasione per presentare Acqua, ultimo disco dell’orchestra, e che si terrà sabato 24 ottobre alle 21, presso il Teatro Fabrizio de André di Mandello del Lario. Concept album ispirato al problema della nutrizione planetaria, Acqua raccoglie undici inediti composti da autori diversi, così da fornire un mix di generi e sonorità differenti, un continuo dialogo tra culture e formazioni musicali diverse, nel perfetto stile che da quasi un decennio caratterizza la formazione milanese.

4543Con alle spalle tre album, l’orchestra vuole essere, infatti, una sorta di laboratorio di confronto e sperimentazione: musicisti provenienti da Egitto, Cuba, Ucraina, Perù, Marocco, Serbia, Albania e Burkina Faso si uniscono, quindi, al direttore Massimo Latronico e ad altri colleghi italiani, portando ciascuno la propria esperienza culturale e musicale in un’orchestra «in grado di spaziare – così si legge su sito ufficiale – dal funky al jazz, dai ritmi africani alle ballate balcaniche fino alla classica, al blues e alla canzone italiana». Un esperimento riuscitissimo, nato proprio dalla celebre via multietnica di Milano, naturale luogo di incontro e scambio tra culture diverse, e cresciuto sempre di più, arrivando a portare l’orchestra su numerosi palchi della Penisola e a proporre dei concerti che rappresentano un simbolico giro del mondo. 

INFORMAZIONI - Il biglietto del concerto costa 10 euro e si può acquistare online sul sito www.eventbride.it oppure presso la sede di Les Cultures (via Cavour 90/M, Lecco). Per info: immagimondo@lescultures.it

 

Share.

L'autore di questo articolo