ARCHIVIO – “Merate Musica”:
a febbraio giovani concertisti e ospiti internazionali

0

MERATE – Giovani concertisti protagonisti nella Sala Zappa di Villa Confalonieri, il tutto in un programma di classica che sarà impreziosito da musicisti di livello e ospiti internazionali. Si fa ricco il programma di febbraio di Merate Musica, la rassegna giunta alla sua XXII edizione e promossa dal Comune di Merate e dalla Scuola di Musica San Francesco. Quattro concerti per il cartellone denominato “blu” e, per finire, un evento speciale fissato per il 23 febbraio all’Auditorium, dove protagonisti sul palco saranno i solisti di grandi orchestre europee, dalla Berliner Philarmoniker al Concertgebouw Amsterdam.

Cinque eventi in tutto, quindi, che prenderanno il via con il concerto fissato per sabato 9 febbraio alle 21, quando la Villa meratese ospiterà Fulvio Capra al clarinetto e il Quartetto d’archi Bazzini Consort, quest’ultimo composto da Sivila Muscarà, Francesca Piazza, Lorenzo Boninsegna e Federico Bianchetti. Oltre ai due divertimenti per archi k137 e k 138, la serata ha in programma uno dei capolavori cameristici di Mozart, il Quintetto in la maggiore k 581, per clarinetto e quartetto d’archi.

Un lieve fil rouge lega la prima alla seconda serata: domenica 10 febbraio, alle 17, saranno protagonisti Rebecca Taio al flauto traverso, Simone Broggini al violino, Leonardo Taio alla viola e Camillo Lepido al violoncello, per l’occasione chiamati a eseguire l’integrale dei Quartetti per flauto e archi di Mozart, quattro lavori che il musicista salisburghese ha composto tra il 1777 e il 1778.

Ospiti internazionali, invece, il 16 febbraio: alle 21 Merate Musica accoglierà, infatti, i due giovani violinisti rumeni Dragos Rosanu e Stefan Aprodu, accompagnati al pianoforte dal Maestro Davide Muccioli. Un concerto che prevede un programma che gli stessi organizzatori definiscono “funambolico” e in cui spiccano la Jota aragonesca di Pablo de Sarasate e le 6 Danze rumene di Béla Bartok.

Chiusura del cartellone blu, infine, domenica 17 febbraio alle 17, quando sarà la volta del duo pianistico Toscano – Zappalà. Giovani ma affermati pianisti catanesi, i due si cimenteranno in un programma per pianoforte a quattro mani e che prevede l’esecuzione della Rapsodia in blu di Gershwin e di Six morceaux op. 11 di Rachmaninov.

Ma la chiusura di questo febbraio in musica è affidata, come anticipato, al concerto fissato per il 23 febbraio alle 21, nell’Auditorium di Merate. «Intorno a uno dei geni della musica dei nostri tempi, il fagottista Sergio Azzolini, si compatterà – anticipano dal festival – un ensemble cameristico di straordinario valore, con i musicisti dei Wiener e Berliner Philarmoniker e del Concertgebouw Amsterdam». Un concerto, nello specifico, che sarà incentrato sull’esecuzione della serenata n. 10, meglio nota come Gran Partita.

INFORMAZIONI – Il biglietto di ingresso ai singoli concerti costa 10 euro, 8 il ridotto (maggiori di 65 anni). Abbonamento per i 4 concerti del cartellone blu: 20 euro. L’ingresso è sempre gratuito per i minori di 12 anni. Il cartellone blu è stato ideato in collaborazione con Donatella Colombo, l’Associazione culturale musicale Petite Société (www.petitesociete.org) e il Bazzini Consort (www.bazziniconsort.it). Per info: Scuola di Musica “San Francesco” di Merate.

Share.

L'autore di questo articolo