ARCHIVIO – Musica, cibo e birra
A Lomagna 10 giorni di “Lombeer”. Tra gli ospiti Federico Poggipollini

0

LOMAGNA – A Lomagna dieci giorni di musica, cibo e, ovviamente, tanta birra. Torna Lombeer, la manifestazione organizzata dall’Associazione Gruppo Lomagna Giovani e che per il ventesimo anno porta la musica dal vivo nel Parco Giochi Comunale di via Silvio Pellico. Dieci serate, dicevamo, che da giovedì 30 giugno a domenica 10 luglio (chiuso lunedì 4) porteranno numerose band sul palco di Lomagna, il tutto arricchito dalla birra e dalle specialità proposte dalla sempre attiva cucina. Dal folk al rock, dal funky al punk: musica live per tutti i gusti per una festa che, oltre a creare spazi di socializzazione tra i giovani, come sempre intende devolvere il ricavato a enti e associazioni che operano sul territorio in ambiti umanitari e sociali.

the clan

The Clan

Si parte, come detto, giovedì 30 giugno, quando a far ballare sarà l’Irish rock n’ folk band The Clan, formazione brianzola nata nel 2013. Chiara de Sio al flauto e alla cornamusa, Angel Rock alla voce e alla chitarra, Pietro Della Sala alle percussioni e Cisco Ricci al violino e al mandolino porteranno sul palco la loro comune passione per la musica irlandese, influenzata da gruppi quali Dropkick Murphys, Flogging Molly, The Rumjacks, The Pogues e The Dubliners. Un mix, quello che proporrà The Clan, di cover, brani popolari e originali.

Revolution @ Diego Cambié

Revolution @ Diego Cambié

Pezzi storici dei Guns n’ Roses saranno protagonisti, invece, della serata di venerdì 1 luglio, quando sul palco saliranno i Revolution, tribute band del celebre gruppo hard rock di Los Angeles. Leader della formazione Giulio Garghentini, che porterà alla Lombeer la sua carica glam/rock.

Il 2 di luglio toccherà alla cena con toro allo spiedo e alla Rufus Band, cover band del nord Italia che propone dei veri e propri show musicali. Un racconto della storia della musica «con cui tutti – così affermano dal gruppo – siamo cresciuti, dai classici degli anni ’70 e ’80 alla top ten del momento…trash compreso». Chiude la settimana, infine, il punk rock proposto da Water Tower & Mexican Standoff.

Giorgieness

Giorgieness

Dopo la pausa di lunedì 4 luglio, martedì si ricomincia con Giorgieness, ossia il progetto della cantante e chitarrista valtellinese Giorgia D’Eraclea e del polistrumentista Andrea De Poi, accompagnati sul palco dal chitarrista Davide Lasala e dalla batteria Lou Capozzi. Un appuntamento, questo, con La giusta distanza tour, che sta portando la band in giro per l’Italia.

Maratona rock promossa dal Centro Aggregazione Giovanile di Lomagna, invece, mercoledì 6 luglio, mentre giovedì toccherà alla Borli Band e ai brianzoli Young Lovers, tribute band, come suggerisce il nome, di Neil Young.

Poggipollini

Poggipollini

Grande attesa, poi, per il live di venerdì 8 luglio, quando sul palco della Lombeer salirà Federico Poggipollini, che porterà a Lomagna il suo Nero Tour. A sei anni dalla pubblicazione del suo ultimo album Caos cosmico, il Capitan Fede di Ligabue – noto chitarrista e cantautore che ha alle spalle, oltre alla collaborazione con Luciano, anche quella con i Litfiba –  torna sulle scene con un nuovo lavoro: Nero, appunto. Un album rock di radice blues, ispirato a band come i Black Keys o i White Stripes.

Il tocco dissacrante dei brianzoli Teo e le veline grasse sarà protagonista, invece, della serata di sabato 9, quando la band affronterà il suo consueto mix di generi musicali molto differenti e lo farà con l’ironia che la contraddistingue, arricchita da travestimenti sempre diversi, dai ballerini della scala agli chef francesi, passando per le Rock Star degli anni ’80.

Chiude il ricco programma dei live, infine, il concerto in programma per 10 luglio, quando toccherà ai White and the 4 chickens e alla loro carica funky, soul e disco.

Di seguito il programma dettagliato:

lombeer

Share.

L'autore di questo articolo