ARCHIVIO – Olginate: un mercoledì di jazz con Maria Pia De Vito e Antonio Zambrini

0

OLGINATE – Due jazzisti che si incontrano, sperimentano e dialogano nella cornice della Sala della Conchiglia del Convento di Santa Maria la Vite di Olginate. Il prossimo appuntamento con la rassegna Sora Commedia & Frate Jazz porta a esibirsi due nomi del jazz italiano: nella serata di mercoledì 24 settembre, a partire dalle 21, la voce di Maria Pia De Vito, cantante e compositrice napoletana, incontrerà il pianoforte di Antonio Zambrini, pianista e compositore milanese più volte ospite della kermesse promossa dall’associazione culturale Il Melabò.

Un’occasione, quindi, «non solo per ascoltare due importanti jazzisti italiani che stanno contribuendo a scrivere la storia del jazz – commentano dall’associazione organizzatrice – ma anche per scoprire quali sorprese riserverà al pubblico l’imprevedibile Maria Pia De Vito, la cantante che sa trasformare ogni concerto o un nuovo incontro (con un musicista, un genere musicale, un testo o un progetto), in un pretesto per mettersi in gioco, reinventarsi, sperimentare, collaudare». Con alle spalle un curriculum fatto di premi, tournée e collaborazioni importanti, da Caetano Veloso a Joni Mitchell, da Carlos Santana a Cesaria Evora, e poi ancora John Taylor, Paolo Fresu, Michel Godard e molti altri, Maria Pia De Vito è una cantante che non si limita a un solo genere ma che ama sperimentare e muoversi con curiosità attraverso in un ampio panorama musicale, fatto di musica etnica, tradizione napoletana, lirica, jazz, musica sudamericana e musica antica, rielaborando «con originalità, mescolando, sovrapponendo, improvvisando».

Antonio ZambriniInsieme a lei nella Sala della Conchiglia si esibirà, come detto, il pianista Antonio Zambrini, nome molto familiare ai fedelissimi della rassegna del Melabò. Musicista che si muove tra impressionismo francese, musica popolare anglosassone, musica balcanica e mediterranea e jazz americano degli anni Settanta e Ottanta, Zambrini ha all’attivo collaborazioni importanti e ha già portato a Olginate nomi di spicco del panorama jazz internazionale, dai trombettisti Fabrizio Bosso e Giovanni Falzone alla pianista Rita Marcotulli.

Il biglietto per assistere al concerto costa 10 euro.

 

Share.

L'autore di questo articolo