ARCHIVIO – “Rock in Riva”: ad Abbadia tre giorni di concerti

0

ABBADIA LARIANA – Torna la musica live al Parco Ulisse Guzzi di Abbadia Lariana. Torna Rock in Riva. Nelle giornate di venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 luglio saranno la suggestiva cornice del Parco Ulisse Guzzi, direttamente sul lago, accoglierà numerose band, che si esibiranno dal vivo nel corso di una tra giorni organizzata dall’associazione Oradaria. Evento clou dell’intera manifestazione sarà senza dubbio il concerto dei torinesi Statuto, band di culto dello ska italiano che suonerà a partire dalle 22 di sabato 4 luglio.

Ma andiamo con ordine. Serata di musica techno, innanzitutto, quella di venerdì sera, quando a partire dalle 18 prenderà il via il dj set di alcuni dei più apprezzati dj della zona come Lorenz, Zu, Deeno e Salvov.

hell's chopperSi parte alle 15.30, invece, sabato, con una serie di concerti live che sfideranno il caldo di questi giorni. Sarà la giovane formazione lecchese dei Midnight Train ad aprire le danze con il loro hard rock, seguiti dal pop rock dei Blueriver. Il rock sale d’intensità, poi, con l’avvicinarsi della sera e dell’esibizione di punta della manifestazione, quella degli Statuto. Si esibiranno infatti The Elements, rock band italiana che propone un rock moderno, aggressivo, ma orecchiabile, influenzato da numerosi generi: dal punk allo stoner, dal metal all’indie, seguiti dagli Hell’s Chopper. Qui il suono si fa più grezzo e veloce, in pieno stile heavy metal. Un genere di musica che, come spiegano i membri del gruppo, riesce a ricreare un ambiente adatto a motociclette, ballerine semi-nude, alcool, serate interminabili, sudore e rock’n’roll.

statuto 2Chiusura di serata, come detto, affidata agli Statuto. Da più di trent’anni sulla scena, la band torinese non ha mai abbandonato la musica ska con influenze beat e soul, e soprattutto lo stile delle origini, quello mod. Oskar e compagni, concerto dopo concerto, sembrano essere infatti gli stessi che si trovavano a inizio anni ’80 a Torino, in piazza Statuto, con le loro Lambrette e Vespe adornate di specchietti, come i loro omonimi londinesi, diventati celebri, questi ultimi, soprattutto grazie al film Quadrophenia. Gli Statuto rimangono, quindi, una realtà unica nel panorama musicale italiano, anche grazie ai loro testi immediati e ironici, a volte anche aggressivi e impegnati, e la loro sfrontatezza e umiltà, in grado di farli sentire a loro agio sul palco dell’Ariston di Sanremo o al concerto per i licenziati della Lancia/Fiat di Chivasso, al Festivalbar o al Leoncavallo.

Vintage Violence

Vintage Violence

La giornata di domenica sarà il giorno di chiusura della manifestazione e verrà dedicata soprattutto alle realtà locali: da quelle agli esordi a quelle emergenti, fino ad arrivare ai gruppi più affermati. Dalle 14.30 saliranno sul palco, infatti, Prostata, Furiosi Jackals, Destino e Mini Poni. I Croccanti, con il loro repertorio eterogeneo e coinvolgente, e l’accoppiata finale di sicuro impatto, più volte testata sui palchi provinciali, Ghost Mantra più Vintage Violence chiuderanno al meglio Rock in Riva 2015.

Ingresso libero.

Share.

L'autore di questo articolo