ARCHIVIO – “San Paol in Fest”:
la musica live nei boschi di Monte Marenzo. Il programma della tre giorni

0

MONTE MARENZO – È uno dei festival più attesi dell’estate lecchese, con la sua ambientazione unica nel bosco del Parco Penne Nere di Monte Marenzo. Stiamo parlando di San Paol in Fest, la tre giorni che anche quest’anno proporrà concerti dal vivo di band provenienti da diverse parti d’Italia. Organizzata come sempre da Andech, la manifestazione si terrà giovedì 5, venerdì 6 e sabato 7 luglio 2018 e, oltre alla musica live, proporrà piatti nostrani e birra artigianale del Birrificio Indipendente Elav.

Rumba de Bodas

Si parte giovedì 5 luglio con il concerto della band toscana Etruschi From Lakota, che con il suo rock nel 2013 si è aggiudicata il premio FAWI, assegnato dalla fondazione Arezzo Wave al miglior gruppo emergente italiano, e l’anno successivo il Premio Buscaglione. Sul palco del giovedì di San Paol in Fest anche i lecchesi Born by chance, con il loro rock psichedelico.

Una serata all’insegna del funk, invece, quella di venerdì sera (6 luglio), quando è in cartellone l’esibizione dei Rumba de Bodas. La band bolognese, che riesce a coniugare il funky, il latin, lo swing e ritmi in levare dello ska, nasce nel 2008 e in poco tempo arriva ad aprire i concerti di numerose formazioni del livello di Modena City Ramblers, Punkreas, Ministri, Skatalites e Vinicio Capossela. Un gruppo, quello dei Rumba de Bodas, che negli anni calca i palchi di alcuni dei più importanti festival italiani e internazionali, tra cui Boomtown Fair, Fusion Festival, Edinburgh Jazz Festival, Cous Cous Festival, Irlanda in Festa e Montreux Jazz Festival. Il concerto di Monte Marenzo sarà l’occasione per ascoltare i brani del terzo disco della band, Super Power, uscito nel 2018. In apertura di serata il concerto della formazione funk di Milano Herbadelici.

Chiusura di festa, infine, con una serata dedicata alla musica reggae: protagonista del concerto di sabato 7 sarà la band veneziana dei Patois Brothers, che avrà come ospite sul palco una delle nuove voci di riferimento del reggae italiano, Awa Fall (aka Sista Awa). Cantante bergamasca di origini senegalesi, Awa Mirone ha pubblicato nel 2016 il suo primo lavoro: Inna Dis Ya Iwa. Nella serata di sabato ci sarà spazio anche per il dj set targato Fronte Crew e per il punk acustico dei Killi Billi.

L’ingresso è libero.

Share.

L'autore di questo articolo