ARCHIVIO – Viaggio “Sulle rive del Danubio” e concerto del Duo Bottesini
A Maggio due appuntamenti con “Tra Lago e Monti”

0

MAGGIO – Un viaggio lungo il Danubio attraverso la musica, da Vienna a Budapest, dal valzer alle rapsodie ungheresi. E poi, il giorno seguente, un emergente duo violino-contrabbasso, vincitore ex-aequo del premio Cremonesi per giovani concertisti. Due nuovi appuntamenti con il Festival Tra Lago e Monti, che il 12 e il 13 agosto fa tappa a Maggio, rispettivamente nella Villa Carnevali e nella chiesa di Santa Maria Nascente.

metro e foti 1Valzer, polke e rapsodie ungheresi risuoneranno, innanzitutto, nella villa di Maggio, dove a partire dalle 20.30 del 12 agosto saranno protagonisti Roberto Metro ed Elvira Foti, duo pianistico già ospite in passato della kermesse promossa da Confcommercio Lecco e Deutsche Bank. Un nuovo viaggio Sulle rive del Danubio, quindi: accompagnati dal pianoforte a quattro mani, ci si lascerà guidare nelle vie della Mitteleuropa ottocentesca, tra composizioni di Strauss figlio e Liszt.

duo bottesiniSi passa all’esibizione del Duo Bottesini, invece, sabato 13 agosto, quando a partire dalle 21 nella già citata chiesa di Santa Maria Nascente sarà la volta di Donata Mzyk e Klaudia Baca, vincitrici (ex-aequo con Francesca Bonaita ed Elia Tagliavia) del premio che la kermesse dedica ai giovani musicisti, sia strumentisti e cantanti, under trenta. Un duo, quello protagonista della serata, che gli organizzatori definiscono unico nel suo genere, creato nel 2013 e formato, come anticipato, da violino e contrabbasso. «Donata Mzyk e Klaudia Baca – si legge nella presentazione del concerto – si sono incontrate a Katowice nel corso dei loro studi presso l’Accademia di Musica Karol Szymanowski. Sono amiche ispirate da un interesse speciale per la musica da camera, che per loro è il modo più intimo di fare musica. Nelle loro interpretazioni – ancora – scelgono brani scritti per violino e contrabbasso e numerose trascrizioni, volendo mostrare che questi due strumenti diversi possono suonare come un unico “organismo”». Un organismo che nella serata valsassinese proporrà un repertorio esteso, che come sempre varierà da Bach alla musica contemporanea.

INFORMAZIONI – I concerti sono a ingresso libero. Per informazioni: www.robertoporroni.info/index3festival.html

Share.

L'autore di questo articolo