ARCHIVIO – “Voci dai monasteri medioevali”. Il canto gregoriano risuona nello storico complesso di San Pietro al Monte

0

CIVATE – La mistica del canto gregoriano risuona nello storico complesso di San Pietro al Monte, sopra Civate. Si tratta di Voci dai monasteri medioevali, l’appuntamento con  Voces- Festival di musica tradizionale e antica fissato per domenica 16 luglio alle 10. Un evento promosso, come sempre, dall’associazione Res Musica e che questa volta intende dare forma a «un’esperienza – come anticipano gli stessi organizzatori – culturale e spirituale di grande intensità».

Una mattinata che unirà alla bellezza indiscutibile del sito architettonico romanico il richiamo alla sua essenza più intima: luogo in cui si conduceva la vita monastica secondo la regola benedettina, il complesso aveva infatti nella preghiera vissuta nella liturgia in canto uno dei suoi tratti caratteristici. E così, nelle mura medievali della basilica di San Pietro «riecheggeranno – spiegano da Res Musica – i testi e le melodie gregoriane di una delle feste più importanti per ogni comunità monastica del mondo: la festa di san Benedetto, fondatore del monachesimo occidentale».

Foto Antiqua laus (1)A esibirsi nei canti sarà l’ensemble Antiqua Laus: diretta da Alessandro Riganti, la formazione è tra i migliori gruppi vocali specializzati nel repertorio gregoriano e ambrosiano, ha alle spalle numerose esibizioni in concerti e liturgie ed è attiva anche nella promozione, nello studio e nella pubblicazione ed esecuzione di manoscritti che tramandano il canto ambrosiano nelle varie epoche storiche.

Dopo un momento di preparazione e di riflessione è in programma anche la celebrazione in latino della Messa propria del giorno di San Benedetto, santo titolare dell’oratorio prospiciente alla basilica.

INFORMAZIONI – L’ingresso è libero. Per info: email resmusica@alice.it

Share.

L'autore di questo articolo