ARCHIVIO – “Un’inutile strage”: alla Torre Viscontea una mostra che vuole essere una riflessione critica sulla Grande Guerra

0

inutile strageLECCO – Dalle cause dello scoppio del conflitto all’ingresso in guerra dell’Italia. Dalla vita di trincea agli errori di Cadorna. Dal ruolo delle donne all’evitabilità, almeno per l’Italia, della guerra. E ancora le conseguenze del conflitto e le ripercussioni sull’attualità. 19 pannelli raccontano Un’inutile strage e, citando Benedetto XV, propongono una riflessione critica su uno dei più drammatici eventi storici del Novecento: la prima guerra mondiale. Si tratta della mostra inaugurata venerdì 9 febbraio e visitabile sino al 4 marzo 2018 alla Torre Viscontea di Lecco: un percorso realizzato dall’Associazione Culturale LetteLariaMente di Lierna con la collaborazione del Sistema museale urbano lecchese e che intende ricostruire il contesto sociale, politico ed economico in cui l’Italia si mosse e affrontò il conflitto.

inutile strage4Corredata da un video sul tema realizzato dagli studenti dell’Istituto di Grafica, Moda e Design di Lecco, la mostra è il risultato della ricerca affrontata dall’associazione lariana e vuole proporsi non tanto come occasione di memoria di eventi di cui ricorre il centenario, quanto come un modo critico per leggere quei fatti, inserendoli nella storia e mettendoli in relazione con il prima e il dopo.

«La mostra – spiega Liù Lamperti, presidente dell’associazione LetteLariaMente – è intitolata con le parole utilizzate da Benedetto XV nel 1917 per definire gli anni che hanno segnato il destino di troppi uomini e donne coinvolti, loro malgrado, in una guerra non voluta dalla maggioranza della popolazione. Importante – continua – è il coinvolgimento degli studenti quali soggetti partecipanti al progetto, attraverso l’utilizzo del linguaggio video e delle immagini. Ringraziamo il Comune di Lecco e il suo Si.M.U.L. che hanno voluto ospitarci nella suggestiva Torre Viscontea e la Fondazione Comunitaria del lecchese che sostiene da anni le nostre iniziative».

inutile strage1Venendo al video realizzato dagli studenti dell’ISGMD di Lecco, si è trattato di un progetto coordinato dai docenti Patrizia Gobbi, Daniele Frisco, Carmen Cavallo e Gianluigi Persano e che ha potuto contare sulla voce narrante dell’attore Alberto Bonacina. «Per la realizzazione del video – ci racconta Alessandra Casiraghi, della classe V – siamo partiti con la ricerca di materiale, raccolto attraverso libri e documenti presi in biblioteca e grazie alle lezioni svolte in classe. L’idea è stata di far raccontare gli eventi e quello che la prima guerra mondiale ha comportato dal punto di vista di un ragazzo della nostra età. Questo ragazzo ritrova, in soffitta, un baule appartenuto al bisnonno, dentro il quale ci sono il suo diario, delle foto, lettere e documenti, tutti appartenenti al periodo della prima guerra mondiale. Dopo lo sviluppo dell’idea è iniziata poi la parte più pratica, con la stesura dei testi e successivamente la realizzazione del video. La creazione di questo progetto non è stata semplice, ma il risultato finale è per noi gratificante perché siamo riusciti a raccontare con le parole di uno studente la strage che è stata la prima guerra mondiale».

INFORMAZIONI – L’ingresso alla mostra è libero. Orari: il martedì e il mercoledì dalle 9.30 alle 14, da giovedì a domenica dalle 15 alle 18.

Photo @ Fabiana Meles e Vittoria Krenn

Share.

L'autore di questo articolo