ARCHIVIO – “Cervantes sulle note del flamenco”: allo Spazio Teatro Invito un viaggio nella Spagna del 600. Sul palco il chitarrista Livio Gianola e l’attore Luca Radaelli

0

Luca_Radaelli4LECCO – Livio Gianola suona il flamenco. Luca Radaelli risponde interpretando brani di Cervantes. Musica e letture si danno appuntamento sul palco dello Spazio Teatro Invito, in un omaggio proprio a uno dei maggiori autori della Letteratura spagnola: Miguel de Cervantes. Dopo aver ospitato il Mistero Buffo con Mario Pirovano e Mater strangosciàs con Dario Villa, la stagione del nuovo teatro lecchese prosegue con un appuntamento che trasporterà nella Spagna del Seicento.

In programma per venerdì 17 febbraio alle 21, infatti, Cervantes sulle note del flamenco, uno spettacolo che vedrà salire sul palco, come anticipato, Livio Gianola, unico chitarrista non spagnolo ad aver scritto musiche flamenco per il prestigioso Ballet National de España e accompagnato, qui, dall’attore e regista Luca Radaelli.

livio gianolaUna produzione, questa, già andata in scena durante l’edizione 2016 del festival L’ultima luna d’estate e che porta in città proprio uno dei massimi virtuosi mondiali della chitarra a otto corde, per l’occasione pronto a dialogare con le parole di Cervantes, «ironico maestro della letteratura capace – così da Teatro Invito – di sbeffeggiare la società e l’epica cavalleresca».

INFORMAZIONI – Biglietto intero: 15 euro; Convenzioni Arci e utenti Acel Service: 12 euro; Ridotto under 30: 9 euro. Abbonamenti: stagione intera 120 euro; stagione intera convenzioni: 100 euro; stagione intera under 30: 80 euro. Prenotazioni via mail: segreteria@teatroinvito.it. Info: 0341 1582439, www.teatroinvito.it. Qui l’articolo con tutta la stagione.

Share.

L'autore di questo articolo