ARCHIVIO – Al corso “Capire la storia del cinema” si parla del cinema giallo-thriller italiano. Ospite Claudio Bartolini

0

claudio bartoliniLECCO – Una vera e propria mappatura dell’intera produzione cinematografica italiana di genere giallo-thriller dal 1963 al 2017. Si tratta de Il cinema giallo-thriller italiano, volume edito da Gremese editore e di cui si parlerà nella serata di mercoledì 21 febbraio 2018 (alle 21, presso il Laboratorio Aperto! del centro Polifunzionale di via dell’Eremo) in compagnia dello stesso autore, Claudio Bartolini. Il prossimo appuntamento con il corso Capire la storia del cinema, come sempre promosso dall’associazione DinamoCulturale, è un viaggio alla scoperta del cinema italiano e, in particolar modo, di un genere che si è imposto, nel mondo come in Italia, come fenomeno di culto.

il cinema giallo-thrillerFrutto di anni di ricerca, catalogazione e scrittura, il volume di Bartolini ripercorre, come detto, oltre cinquant’anni di produzioni thriller italiane e si propone come un’analisi approfondita e verticale di oltre 400 titoli. «Dai capisaldi firmati Dario Argento, Mario Bava, Lucio Fulci, Sergio Martino o Umberto Lenzi – si legge infatti nella presentazione del libro – alle affermazioni autoriali di Michelangelo Antonioni, Elio Petri, Luigi Comencini o Tinto Brass, dalle incursioni eccentriche di Francesco Barilli, Pupi Avati, Nelo Risi o Luigi Bazzoni alle varianti di filoni come il thriller d’alta moda, il rape & revenge, il boat thriller o il torture movie; dagli anni 60 del sexy giallo ai cangianti 70 delle sperimentazioni pop, dai patinati 80 ai mercati straight-to-video dei 90, fino all’attualità di un cinema che – si legge ancora – sopravvive grazie soprattutto alle produzioni indipendenti, nulla è stato tralasciato».

Insieme saggio sul cinema e guida alla visione dei singoli film, il lavoro sarà presentato a Lecco dall’autore, co-direttore della collana di saggi cinematografici Bietti Heterotopia, direttore del periodico INLAND. Quaderni di cinema (Bietti Edizioni), vice-caporedattore del mensile Nocturno nonché redattore e capo-servizio del settimanale Film Tv dal 2009.

L’ingresso all’incontro è libero.

Share.

L'autore di questo articolo