ARCHIVIO – “Capire la Storia del Cinema”: mercoledì un focus su Rob Zombie

0

LECCO – Sarà un incontro dedicato al regista di film horror Rob Zombie a chiudere il modulo di Capire la Storia del Cinema dedicato al cinema statunitense e intitolato America oggi. La lezione, che si terrà mercoledì 17 febbraio alle 21 presso il Laboratorio aperto del Centro Polifunzionale di Lecco, sarà tenuta dal giornalista cinematografico Claudio Bartolini e metterà a fuoco una delle personalità più interessanti del cinema horror contemporaneo: il cantante metal e regista Rob Zombie, nome d’arte di Robert Bartleh Cummings.

Rob_Zombie_in_2009Un appuntamento che permetterà ai presenti di conoscere le nuove fobie americane esaminando l’opera di un regista che, anche nella sua carriera di cantante, ha sempre valorizzato l’immaginario iconografico del cinema horror, tanto da scegliere come nome per la band metal da lui fondata il titolo di un film interpretato da Bela Lugosi: White Zombie.

Dietro la macchina da presa, Rob Zombie esordisce nel 2003 con La casa dei 1000 corpi per poi continuare con altri sette lungometraggi tra cui Halloween – The Beginning, Halloween II e Le Streghe di Salem, senza dimenticare l’episodio di Grindhouse, Werewolf Women of the S.S.

«L’arte di Robert Bartleh Cumming – scrive Claudio Bartolini sulla rivista Inland –  è un universo in costante espansione sulla base della medesima substantia: l’orrore e la passione per la sua iconografia continuamente evocata in performance live, dischi, film e romanzi che sono prima di tutto atti d’amore. Rob Zombie – prosegue – è un semplice, ma complesso, sistema di segni postmoderno: originale in un meccanismo a base citazionista, utilizza i format(i) del passato per creare un linguaggio sempre più nuovo e intimo con cui approcciare e venerare la materia della quale sono fatti gli incubi».

halloween the beginningIL DOCENTE - Redattore del settimanale FilmTv e collaboratore del mensile Nocturno, Claudio Bartolini è condirettore della collana Heterotopia per la casa editrice Bietti e direttore editoriale della rivista monografica Inland. Tra le sue pubblicazioni si possono citare Il gotico padano. Dialogo con Pupi Avati e Nero Avati. Visioni dal set (Le Mani Editore), Il thriller italiano in cento film (Le Mani Editore), Videocronenberg (Bietti Editore) e Macchie solari. Il cinema di Armando Crispino (Bloodbuster Editore).

Durante la serata verrà distribuito gratuitamente il primo numero della rivista Inland, dedicato a Rob Zombie e curato dallo stesso Bartolini.

L’ingresso è libero.

Share.

L'autore di questo articolo