ARCHIVIO – “L’ufficiale e la spia”:
al Cardinal Ferrari di Galbiate il film di Polański sull’Affaire Dreyfus

0

GALBIATE – L’Affaire Dreyfus sul grande schermo, diretto da un maestro del cinema come Roman Polański. Gran premio della giuria alla 76ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, per tre serate – venerdì 10, lunedì 13 e giovedì 16 gennaio 2020, sempre alle 21 – L’ufficiale  e la spia è in programmazione al Cineteatro Cardinal Ferrari di Galbiate. Un’occasione, quindi, per visionare una pellicola che ripercorre quello che, forse, è lo scandalo giudiziario più famoso di tutti i tempi, vicenda che a cavallo tra Otto e Novecento ha diviso la Francia e messo a nudo quell’antisemitismo che avvelenava una larga fetta della società francese della Belle Époque.

Un film che nel suo titolo originale cita il celebre pamphlet firmato da Émile Zola – il J’accuse pubblicato su L’Aurore in forma di lettera aperta al presidente della Repubblica francese Félix Faure per denunciare pubblicamente i persecutori di Dreyfus e le irregolarità commesse nel corso del processo – e che nella traduzione italiana riprende, invece, l’omonimo romanzo dello scrittore e giornalista inglese Robert Harris, al quale lo stesso Polański si è ispirato per la sua sceneggiatura.

E così, al centro di questo ultimo lavoro del regista polacco c’è la storia del capitano dell’esercito francese Alfred Dreyfus (Louis Garrel), ebreo alsaziano ingiustamente accusato di tradimento e spionaggio a favore dell’impero tedesco. Un caso montato ad arte contro un uomo che diviene perfetto bersaglio contro cui sfogare le diffuse pulsioni antisemite.

Ma il vero protagonista della pellicola è, accanto al condannato confinato sulla temibile Isola del Diavolo (nella Guyana francese), l’ufficiale Georges Picquart (qui interpretato dal premio Oscar Jean Dujardin), che dopo aver presenziato alla pubblica umiliazione di Dreyfus viene promosso a capo della Sezione di statistica, la stessa unità del controspionaggio militare che ha montato le accuse. Di fronte a una fuga di notizie che prosegue anche dopo la condanna, Picquart comincerà a dubitare della colpevolezza di Dreyfus, divenendo egli stesso vittima di uno dei più celebri tentativi di insabbiamento.

INFORMAZIONI – Biglietti: intero 6 euro, ridotto (bambini da 3 a 10 anni) 4 euro. Per info: www.cferrari.it

Share.

L'autore di questo articolo