ARCHIVIO – Proiezioni, concerti, passeggiate e mostre:
gli appuntamenti in occasione del 25 aprile

0

LECCO – Inizia la settimana della Festa della Liberazione e sono numerosi gli appuntamenti organizzati in provincia di Lecco per celebrare al meglio il 25 aprile. Proiezioni, concerti, passeggiate e mostre: un ricco cartellone di iniziative che si affiancheranno alle consuete cerimonie istituzionali. Ecco, quindi, una selezione di alcuni degli eventi in programma da lunedì 23 a mercoledì 25 aprile.

Andando con ordine, si parte lunedì, quando (alle 21, presso lo Spazio Teatro Invio di Lecco), l’Associazione Culturale Banlieue e il Comitato provinciale ANPI di Lecco organizzano la proiezione del documentario Dachau 1933 – 1945. La pellicola racconta appunto la storia dell’unico campo di concentramento (e poi di sterminio) nazista rimasto attivo per tutti i dodici anni del regime di Hitler.

Il giorno dopo (martedì 24, sempre allo Spazio Teatro Invito) si terrà un altro appuntamento dedicato alla festa della Liberazione. Al centro della serata, a pochi giorni dalla scomparsa di Vittorio Taviani, la proiezione a partire dalle 21 dell’ultimo lavoro dei due celebri fratelli registi. Si tratta di Una questione privata, film ispirato al romanzo di Beppe Fenoglio. La storia ha come sfondo la Resistenza nelle Langhe e ha per protagonista il giovane partigiano Milton, che spinto dalla nostalgia fa ritorno alla villa in cui ha conosciuto l’amata Fulvia. Lì verrà a conoscenza di una sospetta simpatia tra lei e il suo migliore amico Giorgio, anche lui combattente: nel tentativo di ricevere da Giorgio un chiarimento, Milton intraprenderà un viaggio attraverso il paesaggio delle Langhe e alla scoperta di se stesso, dell’animo umano e della barbarie insensata della guerra.

Venendo alla giornata del 25 aprile, saranno diversi gli appuntamenti da non perdere e in programma nei vari comuni della provincia. A Lecco, alle 15 presso il Polo museale di Palazzo Belgiojoso, è fissata una visita guidata a cura di Maddalena Arrighini (con la collaborazione di Luca McCall) e intitolata Lecco e il suo territorio nel 1943-1945: storie di soggetti resistenti. Un percorso interattivo nelle Sale della Resistenza del Museo Storico di Lecco, durante il quale verranno mostrate la vita quotidiana, la situazione sociale ed economica e le tappe salienti del movimento di Liberazione nel territorio lecchese. Ingresso libero alla visita e al museo.

A Verderio, invece, L’Arci Pintupi organizza in piazza Annoni Altrimenti Rock 16. La festa, che prenderà il via alle 10 e terminerà alle 19, proporrà un servizio cucina, birra e soprattutto musica dal vivo. Al centro della manifestazione il concerto de La Malaleche, con la sue sonorità che riescono a incrociare folk, reggae, rumba e rock’n’roll. «Una patchanka di suoni – spiegano gli organizzatori – con un set di strumenti acustici, che canta canzoni di lotta per l’amore e di amore per la lotta, grazie a una voce dolce e potente allo stesso tempo, un sassofono graffiante, chitarra e percussioni che incalzano e definiscono il ritmo trascinante dei brani».

Altra festa in piazza quella a Barzanò. Nella piazza del Mercato si terrà infatti la decima edizione di Per non dimenticare. Si parte alle 10.30 con l’apertura della mostra In treno con Teresio Olivelli, i deportati del trasporto 81 (allestita presso la Sala Civica di via Mons. Colli) e, dopo il corteo e l’omaggio ai partigiani barzanesi (alle 14.30), alle 15 si prosegue con il concerto che vedrà esibirsi nell’ordine il gruppo rock pop Keen eight, la band Umido (rock pop) e il cantautore Fausto Bonacina, mentre in coda alla manifestazione spazio per un live di percussioni. L’appuntamento è organizzato da Circolo LiberArci, Anpi Brianza Lecchese, Associazione Banlieue, Emergency e dal Comune di Barzanò.

Intensa anche la giornata di Osnago, nella quale si segnalano il pranzo sociale con il coro Le Voci di Mezzo (che si terrà alle 12.30 presso il circolo Arci La Lo.Co): il coro eseguirà canti di lotta e tradizionali (il contributo per il pranzo è di 17 euro bevande incluse, prenotazione obbligatoria entro il 24/04, scrivere a info@arcilaloco.org). Chiusura di giornata alle 21 presso la sala Cine-Teatro don G. Sironi con la proiezione, anche qui, di Una questione privata dei fratelli Taviani (vedi sopra).

Pomeriggio tra trekking e musica, infine, quello in programma a Civate. Presso la Casotta del Partigiano di Civate (per raggiungerla prendere a destra al bivio del Pozzo e poco dopo a sinistra verso Linate, imboccando il Sentiero n.11 diretto alla basilica di San Pietro al Monte. Tempo di percorrenza 20 minuti), dalle 11 e per tutto il pomeriggio ci saranno interventi, letture e canzoni popolari a cura dei ragazzi del Circolo ARCI Bellavista di Civate. A seguire via alla festa rinfresco sempre offerto dall’ARCI di Civate.

Share.

L'autore di questo articolo