ARCHIVIO – “Capire la storia del Cinema”: 21 incontri per conoscere la settima arte

3
Psycho

da “Psyco”

LECCO – Sette moduli tematici, dal monografico su Alfred Hitchcock al focus su Orson Welles, passando per gli approfondimenti sul cinema italiano, sulle nuove tendenze e sul cinema comico. Non manca, poi, il sempre molto apprezzato percorso alla scoperta della storia della settima arte, che quest’anno punta l’attenzione sulle origini, dai fratelli Lumière a quel Nascita di una nazione che ha visto David Wark Griffith gettare le basi per lo sviluppo del linguaggio cinematografico classico.

È tutto pronto per la decima edizione di Capire la storia del cinema, il corso organizzato dall’associazione Dinamo Culturale con il contributo del Comune di Lecco e che dal 19 novembre al 27 maggio 2015 propone, come ormai da tradizione, una serie di incontri con docenti, animatori culturali, critici e studiosi, tutti in programma presso la Sala Polifunzionale del Centro Civico di Germanedo (in via Eremo 28, Lecco).

Una ventina di appuntamenti, quindi, dedicati al mondo delle immagini in movimento, commentate e analizzate «per raccontare – spiegano i promotori – storie di correnti culturali e poetiche di autori, ma anche e soprattutto tracce di pensiero e di storia, di società e di industrie, di scorci umani di mondi lontani o vicinissimi a noi». «In una città in cui i cinema scompaiono – aggiunge Giulio Sangiorgio di Dinamo Culturale – la popolazione dimostra sempre un grande interesse per il corso che proponiamo: ogni anno superiamo il centinaio gli iscritti, segno di una buona reazione da parte delle persone.

Jacques Tati

Jacques Tati

Il corso – prosegue – si propone di educare alle immagini, di formare da un punto di vista critico, e lo fa anche quest’anno attraverso diversi moduli. Si tratta, nel dettaglio, dei percorsi dedicati al Dialoghi sul contemporaneo, con autori che raccontano il mondo di oggi e approfondimenti in cui si indaga il rapporto tra cinema e arte o cinema e web. Monografico, poi, su Alfred Hitchcock», con cinque incontri durante i quali si analizzeranno film del regista, mostrando al pubblico differenti metodologie d’analisi critica. Ancora una volta ospite del corso lecchese, inoltre, il critico cinematografico Gian Piero Brunetta, quest’anno chiamato a intervenire in occasione del modulo dedicato all’ascesa e alla caduta del cinema muto italiano.

da "Il cielo sopra Berlino", Wim Wenders

da “Il cielo sopra Berlino”, Wim Wenders

E poi ancora cosa fa ridere e perché? Una riflessione, quindi, sul cinema comico, prendendo le mosse dal confronto tra Totò e Jacques Tati, per arrivare a comprendere perché una certa cosa faccia ridere in un determinato contesto storico-sociale. Chiudono l’offerta di questa stagione il modulo dedicato al nuovo cinema tedesco e incentrato su registi come Fassbinder, Herzog e Wenders, il focus su Orson Welles e l’approfondimento sulle origini del Cinema, dalle prime proiezioni al Grand Café del Boulevard des Capucines di Parigi all’inventore del linguaggio cinematografico Griffith. In programma per il mese di febbraio 2015, infine, due rassegne interamente dedicate al cinema italiano fuori dagli schemi: si tratta di “Cinema italiano, oggi” e “Cinema italiano, off”.

Il corso è gratuito e aperto a tutti.

Per conoscere tutto il programma del corso, con la descrizione di ciascun modulo e la presentazione dei relatori, cliccare qui.

Di seguito il calendario con tutti gli appuntamenti:

19 novembre: Dialoghi sul contemporaneo: presentazione del libro Wes Anderson. Genitori figli e altri animali di Ilaria Feole

26 novembre: Hitchcock: L’altro uomo ­ Rinaldo Censi

10 dicembre: Hitchcock: La finestra sul cortile ­ Giulio Sangiorgio

17 dicembre: Dialoghi sul contemporaneo: De gustibus? ­ Pier Maria Bocchi

7 gennaio: Hitchcock: La donna che visse due volte ­ Massimo Ferrari

14 gennaio: Hitchcock: Nodo alla gola ­ Alberto Pezzotta

21 gennaio: Hitchcock: Psyco ­ Mauro Gervasini

28 gennaio: Ascesa e caduta del cinema italiano muto ­ Gian Piero Brunetta

Dal 2 febbraio al 25 febbraio: Cinema italiano, oggi + Cinema italiano, off

4 marzo: Ascesa e caduta del cinema italiano di genere ­ Claudio Bartolini

11 marzo: Sul comico: Totò ­ Francesco Ballo

18 marzo: Sul comico: Jacques Tati ­ Massimo Ferrari

25 marzo: Nuovo cinema tedesco: Rainer Werner Fassbinder ­ Giulio Sangiorgio

1° aprile: Nuovo cinema tedesco: Werner Herzog ­ Ivan Moliterni

8 aprile: Nuovo cinema tedesco: Edgar Reitz ­ Roberto Manassero

15 aprile: Nuovo cinema tedesco: Wim Wenders ­ Giulio Sangiorgio

22 aprile: Orson Welles: 100 anni ­ Emanuela Martini

29 aprile: Nuovo cinema tedesco: La fotografia secondo Wim Wenders ­ Gianni Cattaneo

8 maggio: Dialoghi sul contemporaneo: This is so contemporary! ­ Giulio Sangiorgio

13 maggio: Viaggio nella storia del cinema: II tappa, le origini ­ Massimo Ferrari

20 maggio: Viaggio nella storia del cinema: II tappa, le origini ­ Massimo Ferrari

27 maggio: Dialoghi sul contemporaneo: Visioni dal web ­ Matteo Marelli, Luca Pacilio, Giulio Sangiorgio

 

Share.

L'autore di questo articolo