ARCHIVIO – Al Teatro della Società Giulio Scarpati e Valeria Solarino in “Una giornata particolare”

0

LECCO – La storia di due ultimi, diversi ma ugualmente emarginati, opposti ma similmente umili. Un unico luogo, un appartamento, fa da ambientazione alla vicenda, mentre fuori, nel mondo, la Storia dell’umanità va avanti, procede inarrestabile. Piccole storie individuali in una grande Storia collettiva, figure distanti che per uno scherzo del destino si conoscono, e in una giornata particolare si riscoprono vicine. Sophia Loren e Marcello Mastroianni lasciano il posto a Valeria Solarino e Giulio Scarpati, alla prova con il celebre testo di Ettore Scola e Ruggero Maccari, qui nell’adattamento firmato da Gigliola Fantoni e diretto da Nora Venturini. Produzione della compagnia Gli ipocriti, Una giornata particolare va in scena sul palco del Teatro della Società di Lecco: un nuovo appuntamento, questo, con la rassegna Teatro d’Autore, in programma per sabato 11 marzo alle 21.

una giornata particolareUno spettacolo che, proprio come il celebre film di Scola, riporterà al periodo che precede lo scoppio della seconda guerra mondiale: è infatti il maggio del ’38 quando a Roma si attende la visita di Hitler. Mentre la radio racconta l’incontro con Mussolini, ecco intrecciarsi la vicenda di Antonietta, popolana sensibile al fascino del Duce, e quella di Gabriele, ex annunciatore dell’Eiar in partenza perché omosessuale. Lei ignorante, sottomessa e perfetta figura di donna dedita alla famiglia, lui più colto e raffinato, costretto da tutta la vita a nascondersi, a mettere maschere.

« Due personaggi – spiega Nora Venturini nelle note di regia – che, grazie al loro incontro, cambiano, si trasformano sotto i nostri occhi, scoprono una parte nuova di se stessi, modificano il loro sguardo sulla realtà che li circonda. Antonietta, asservita ai figli e al marito, grazie a Gabriele mette in discussione le sue certezze sul regime, inizia a dubitare sulle verità propagandate dal fascismo, acquista maggiore rispetto di sé, assapora un modo diverso di stare con un uomo. Gabriele, omosessuale licenziato dalla Radio e in procinto di essere spedito al confino, con Antonietta finalmente si sente libero, esce allo scoperto, per la prima volta si sente accettato, apprezzato e amato per quello che è. Apparentemente diversissimi, si sentono, si annusano, si riconoscono. Sono due umiliati, due calpestati, sono – conclude – due ultimi».

INFORMAZIONI – Platea 27 euro (ridotto 20), Palchi 23 euro (ridotto 18), I Galleria 17 euro (ridotto 13), II Galleria 12 euro (ridotto 10), Ingresso palco 11 euro. Biglietteria online: www.comune.lecco.it/index.php/scoprire-lecco/teatro-della-societa/biglietteria. Per conoscere gli orari di apertura della biglietteria del teatro cliccare qui. La sera dello spettacolo il teatro apre alle 20.30.

Share.

L'autore di questo articolo