ARCHIVIO – Al Teatro della Società “Win for Live!”, spettacolo contro la dipendenza dal gioco

0

LECCO – Il gioco, importantissima pratica per i più piccoli che nel corso della vita si evolve, da occasione per socializzare si trasforma in una forma individuale di evasione, in qualcosa di virtuale, per poi assumere, in alcuni casi, la dimensione di una dipendenza. Lo spettacolo Win for Live!, in programma per sabato 21 novembre presso il Teatro della Società di Lecco (alle 21), intende essere un’occasione per riflettere intorno a un tema di attualità: la dipendenza dal gioco d’azzardo.

gioco d'azzardoPrimo appuntamento di una rassegna promossa dall’Asl di Lecco in collaborazione con il Comune e che in queste settimane proporrà tre spettacoli teatrali, Win for Live! porta in scena il teatro d’attore unito al teatro danza. Quadri dinamici di physical theatre per raccontare, quindi, la storia di persone comuni e il concetto di gioco che, cambiando, le accompagna. «Dai giochi di bambino e di cortile – si legge, infatti, nella presentazione della pièce diretta da Matteo Binda – si passa presto alla fase adolescenziale in cui si sperimentano la solitudine, la noia e la timidezza, il chiudersi in se stessi per cercare poi una via di intrattenimento attraverso chat e giochi online». E poi ancora, per alcuni, slot machine, gratta&vinci, scommesse: un percorso che può condurre sempre più il là, e la posta in gioco di alza. «A volte – continuano i promotori – si vince molto, altre si perde tutto. Ha inizio la spirale dei prestiti. Un incubo da cui spesso è difficile svegliarsi».

Uno spettacolo prodotto dall’associazione Lo stato dell’Arte – Albero Blu e che porterà sul maggiore palcoscenico cittadino gli attori lecchesi Alberto Bonacina, Francesca Corti e Paola Viganò. «Sarà una bella mini rassegna di teatro – ci racconta il regista Matteo Binda – con spettacoli di qualità e con compagnie molto note. Nel nostro lavoro – continua – abbiamo voluto usare un linguaggio un po’ grottesco: non c’è, infatti, una storia lineare, bensì più storie che si intrecciano attraverso immagini e musiche. Una crescita continua e progressiva che porterà inevitabilmente alla perdita di tutto».

Lo spettacolo è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

I prossimi appuntamenti con la rassegna sono in programma per il 2 e il 9 dicembre.

Share.

L'autore di questo articolo