ARCHIVIO – Da “Cafunè” della compagnia catalana Du’k’to a “Oro d’Ore” e “Silviae” di Naturalis Labor: gli appuntamenti del weekend con “Caffeine”

0

LOMAGNA/MONTEVECCHIA – Dall’atteso Cafunè della compagnia catalana Du’k’to a due performance della Compagnia Naturalis Labor, ospite con i suoi Oro d’Ore e Silviae. E poi, per mettersi alla prova con la propria fisicità, tre laboratori in compagnia di insegnanti qualificati. Prosegue la corsa di Caffeine – Incontri con la danza (qui il nostro articolo generale), la kermesse ideata e organizzata da Piccoli Idilli, di cui Il Flâneur è media partner e che sino al prossimo 12 di ottobre porta spettacoli, shorts, laboratori di formazione gratuiti e performance site specific in ville e luoghi di fascino della Brianza lecchese e monzese. Un nuovo fine settimana dedicato alla danza, quindi: in programma per sabato 21 e domenica 22 settembre, infatti, due appuntamenti con il teatro danza, e non mancheranno i workshop.

Innanzitutto la performance in programma per sabato 21 settembre alle 19 nell’Anfiteatro di Lomagna: si tratta dell’attesissimo Cafunè della compagnia catalana Du’k’to, spettacolo che vede in scena Bàrbara Vidal, Bernat Messeguer e Adrià Bauzà e che conta sulla direzione di Pau Portabella. Per la prima volta in Italia, la produzione è un lavoro sull’armonia e sull’equilibrio tra due persone che lottano per crescere insieme, il tutto attraverso un gioco di manipolazione, carezze e collisioni. Una performance a metà tra acrobatica e arte di strada, il cui titolo, cafunè, è il termine portoghese che significa accarezzare dolcemente i capelli dell’amato.

Ci si sposta nella Cascina Butto di Montevecchia, invece, domenica 22 settembre, quando alle 17.30 è la volta della Compagnia Naturalis Labor, protagonista di Oro d’Ore e di Silviae, entrambi regia e coreografia di Silvia Bertoncelli. Si parte con Oro d’Ore, un’invocazione ispirata al Libro d’ore di Rilke e «per un tempo – così nella presentazione dello spettacolo – ancora a venire, senza alcuna assicurazione su quando, se e come diverrà presente. Oro d’ore distilla – ancora – l’idea di un esodo, dei percorsi frammentari e talvolta illuminanti di una comunità umana con l’orecchio proteso verso gli echi di un presente a venire». Subito dopo (alle 18) tocca a Silviae, performance ispirata al profumo le Fleur de peau, capace di unire l’erotismo della pelle e i boschi in una danza che è un mix di innocenza e malizia (ingresso 8 euro, 5 ridotto).

I LABORATORI – Novità di questa edizione di Caffeine sono i laboratori (gratuiti con tesseramento 10 euro. Iscrizione obbligatoria al 3383668167) aperti a tutti e con un’offerta rivolta, in modo particolare, alle famiglie e agli over 60. Tre, nello specifico, le proposte per questo fine settimana, a partire dall’appuntamento che venerdì 20 settembre a Villa Concordia di Robbiate (dalle 18 alle 20) avrà come insegnante Marina Rossi, danzatrice e coreografa protagonista del workshop Ticket Dance per over 60. Un percorso influenzato dalle arti marziali e pensato per sperimentare alcuni temi fondamentali della danza contemporanea, concentrandosi su azioni semplici e quotidiane che arricchite di immagini, di dinamiche di movimento, di pause e silenzi, divengono partiture di danza.

Il giorno successivo, dalle 17 alle 19 (nella biblioteca di Lomagna), tocca a Primi Passi, laboratorio interculturale di danza africana per bambini e ragazzi (dai 6 ai 13 anni) condotto da Bintou Outtara, attrice al Centro Desire Some a Bobo Dioulasso in Burkina Faso. In Africa la danza «è tradizionalmente parte – spiegano dal festival – di un progetto educativo con cui si tramanda l’identità culturale condivisa di una popolazione e può offrire ai più giovani l’opportunità di lavorare sul proprio corpo in modo divertente ed espressivo».

Infine l’appuntamento di domenica a Villa Concordia di Robbiate: in programma Bambini in Movimento, laboratorio per piccoli tra i 5 e i 7 anni (e i loro genitori) ispirato al racconto L’orso che non c’era di Oren Lavie e Wolf Erlbruch e condotto da Cinzia Severino, danzatrice e insegnante di danza. Un’occasione per esplorare come i sensi possano guidarci nel movimento.

INFORMAZIONI – Per conoscere l’intero programma del festival cliccare qui. La rassegna è coordinata dalla Provincia di Lecco e cofinanziata da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia la rassegna vede quali Enti aderenti il Consorzio Brianteo Villa Greppi e i Comuni di Robbiate, Montevecchia, Lomagna, Osnago, Usmate Velate.  Il Flâneur è media partner del festival.

Share.

L'autore di questo articolo