ARCHIVIO-Davide Orecchio, Matteo Bussola e Due con Stile! Gli appuntamenti della settimana alla Libreria Volante di Lecco

0

LECCO – Davide Orecchio e l’intrecciarsi di Storia e immaginazione, uno spettacolo dedicato alla lingua italiana e, per finire, un brunch domenicale in compagnia dello scrittore Matteo Bussola. La Libreria Volante di Lecco ha in programma una settimana ricca di iniziative: tre eventi che da venerdì 13 a domenica 15 ottobre 2017 porteranno nel negozio di via Bovara gli scrittori Davide Orecchio e Matteo Bussola e le attrici Ancilla Oggioni e Beatrice Beltrani.

mio padre la rivoluzionePrimo appuntamento in calendario quello fissato per venerdì 13, quando a partire dalle 21 lo scrittore Davide Orecchio presenterà il suo Mio padre e la rivoluzione (minimum fax). Terzo lavoro di Orecchio, il volume è una raccolta di racconti, ritratti, biografie, reportage di viaggio infedeli e impossibili che hanno come fil rouge il mito della Rivoluzione russa. Una narrazione, quella di Orecchio, che prova a esporre versioni diverse da quelle note, racconta vicende non reali ma possibili, intreccia Storia e immaginazione. «L’autore – si legge infatti nella presentazione del libro – lavora sulla storia con gli strumenti della letteratura, ne racconta versioni altre e ne esplora possibilità non accadute: in questo libro il vecchio Trockij è ancora vivo nel 1956 e medita sull’invasione sovietica dell’Ungheria e su Chruščëv che rinnega Stalin. Qualche anno dopo, il giovane Robert Zimmerman entra in una libreria di Hibbing, Minnesota, e scopre i testi di Trockij, non diventa Bob Dylan ma compone altre bellissime canzoni rivoluzionarie come The End of Dreams». O ancora, per citare un altro nome, un Gianni Rodari raccontato alle prese con il problema della fantasia e impegnato in un reportage dalla Russia per il centenario della nascita di Lenin.

Si sconfina nel teatro, invece, sabato 14 alle 18, quando nella libreria di via Bovara andrà in scena lo spettacolo Due con Stile!, con Ancilla Oggioni e Beatrice Beltrani. Le due attrici giocheranno con la lingua italiana e la sintassi in un viaggio tra dialetti, grammelot, linguaggio medievale da taverna e una volgarizzazione parodica del poema sacro in fiorentinesco. Il tutto a partire dalla lettura di testi, tra gli altri, di Totò, Dario Fo, Trilussa, Molière, Dante, Stefano Benni, Isabelle Allende ed Eduardo De Filippo. L’ingresso è libero.

sono puri i loro sogniUn brunch con l’autore Matteo Bussola è, infine, l’appuntamento domenicale. A partire dalle 11.30 lo scrittore presenterà il suo Sono puri i loro sogni – lettera a noi genitori sulla scuola (Einaudi), un libro che mette a confronto scuola e genitori di ieri e di oggi e che prende le mosse dall’esperienza di padre di Bussola. Un volume, quindi, dedicato a madri e padri e alla loro presenza a volte eccessiva nella vita scolastica dei figli: «dal primo giorno di scuola – si legge infatti nella presentazione – in cui mamme, papà, nonni e fratelli accompagnano in massa i bambini fino in classe scattando foto a raffica, neanche fossero a un concerto degli Stones, alle raccomandazioni per la mensa, ché la stagionatura del Parmigiano, si sa, dev’essere almeno 38 mesi; dai pidocchi, che ogni anno proliferano sulle teste degli alunni generando ansie e sospetti, al kit di sopravvivenza per la gita, che prevede praticamente tutto tranne un gps satellitare». Un affresco sulla scuola di oggi, qui messa a confronto con quella che lo stesso Matteo Bussola ha vissuto in prima persona quando era piccolo. Tra le righe, infine, una domanda di fondo: perché abbiamo smesso di considerare la scuola come un luogo in cui imparare il rispetto per noi stessi e per gli altri? L’ingresso è gratuito, ma il posto in sala è garantito a chi prenota e acquista il libro in libreria.

Share.

L'autore di questo articolo