Il teatro lungo “I Luoghi dell’Adda”:
14 appuntamenti per l’edizione 2019 della rassegna di Teatro Invito 9

0

Quattordici appuntamenti con il teatro, immersi in alcuni dei luoghi più suggestivi lungo il fiume Adda. Stiamo parlando della quattordicesima edizione de I Luoghi dell’Adda, la rassegna in programma dal primo giugno al 7 luglio 2019 e che come ogni anno porta il teatro in una selezione di location tra le più belle del fiume lombardo. 

Curato da Teatro Invito sotto la direzione artistica di Elena Scolari, il festival fa tappa in dodici comuni diversi e quest’anno propone un programma che spazia da Shakespeare a spettacoli che riflettono sui rapporti di coppia, da rappresentazioni che rievocano vicende storiche a viaggi nella mitologia, fino ad arrivare a pièce che prendono spunto da classici della letteratura. Una carrellata di spettacoli, quindi, prodotti da alcune delle compagnie più interessanti del panorama italiano. 

Scorrendo il programma (che trovate in basso), si parte, come detto, sabato uno giugno: attesa a Cornate d’Adda la compagnia pugliese Armamaxa Teatro con Storia di Taborre e Maddalena, uno spettacolo che fa del racconto orale tradizionale e del raccontar mangiando la propria forza. Il giorno dopo (2 giugno) ci si sposta a Monte Marenzo, più precisamente a Cascina Spaiano, location che ospita I Luoghi dell’Adda per la prima volta. Protagonisti, qui, sono La Casa degli Alfieri ed Emanuele Arrigazzi con uno spettacolo intitolato Può una bicicletta volare? e dedicato ai grandi eroi del ciclismo e al forte legame che unisce le due ruote al mondo del teatro.  

Atteso per il weekend successivo, invece, Davide Lorenzo Palla con il suo particolarissimo Otello, pièce che prosegue la Tournée da bar dell’attore, progetto in grado di rendere il teatro accessibile a tutti, soprattutto ai giovani. E sempre Shakespeare sarà protagonista anche del Romeo e Giulietta di una delle più interessanti compagnie emergenti, Stivalaccio Teatro, attesa il 22 giugno all’arena di Arlate, e di Fools for Shakespeare della giovanissima compagnia Gli equivochi, che il 16 giugno mette in scena una gara tra commedie e tragedie del bardo, in cui è il pubblico a decretare le opere vincitrici. 

Classici della letteratura italiana, invece, con Tramaglino, sposo promesso (Teatro degli Acerbi), con al centro le vicissitudini di un semplice operaio tessile lecchese del ‘600 di nome Renzo, e Il segreto (Teatro dei Colori dall’Abruzzo), tratto da Il segreto di Luca di Ignazio Silone.  Mentre c’è spazio anche per due interessanti compagnie toscane, al festival con spettacoli sicuramente diversi ma entrambi irriverenti: si tratta de I sacchi di sabbia con la parodia I dialoghi degli dèi e di Kanterstrasse con la loro versione travolgente dell’Ubu re di Alfred Jarry, ispirata alle atmosfere picaresche dell’Armata Brancaleone di Monicelli. Ci si sposta dal fiume Adda, invece, con il reading I ribelli della montagna con Luca Radaelli e Ruggero Meles, in programma a Varenna.  

Da segnale anche gli spettacoli Fuochi (Teatro dell’Orsa), dedicato alle donne che hanno cambiato la storia, Più veloce di un raglio (Cada die), che conduce il pubblico per mano alla scoperta della Sardegna tradizionale, e Cervantes sulle note del flamenco con la rodata coppia Livio Gianola e Luca Radaelli. 

Non mancherà, infine, il tradizionale appuntamento a bordo dell’Addarella, che quest’anno vede Valerio Bongiorno de Gli Incamminati leggere testi di Stefano Benni, Achille Campanile, Guareschi e molti altri, accompagnato dalla musica di un polistrumentista. 

Gli spettacoli saranno accompagnati da numerosi eventi collaterali organizzati dalle amministrazioni comunali ospitanti e da alcune associazioni. Per tutte le informazioni (orari, costo dei biglietti, eventi collaterali) consultare il seguente programma (cliccare per ingrandire):  

 

Share.

L'autore di questo articolo