ARCHIVIO – In Brianza parte “Percorsi nella Memoria”: 18 eventi in occasione del Giorno della Memoria. Attesi ospiti di prestigio: tutte le anticipazioni

0

BRIANZA – Incontri con studiosi e scrittori, spettacoli, proiezioni, musica e una mostra per tre settimane fitte di appuntamenti. Dal 17 gennaio all’8 febbraio torna Percorsi nella Memoria (qui è possibile scaricare il pieghevole dettagliato), la rassegna itinerante che il Consorzio Brianteo Villa Greppi promuove nei comuni aderenti: un’iniziativa cresciuta di anno in anno e che oggi si conferma essere la maggiore sul territorio organizzata in occasione del Giorno della Memoria. Curata dal direttore scientifico Daniele Frisco (nostro caporedattore), nelle ultime edizioni la kermesse si è distinta sempre di più per l’alto profilo degli ospiti in arrivo e per la capacità di costruire un cartellone di qualità intorno a un tema preciso, quest’anno “La scelta dei Giusti”.

Il tema: “La scelta dei Giusti”

«Il fil rouge che lega gli eventi di quest’anno – spiega, infatti, il consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco – è l’importanza delle scelte. Nelle ultime due edizioni abbiamo approfondito come la Shoah sia avvenuta anche con il contributo di persone comuni, che a volte con un’esplicita condivisione del piano di sterminio e altre con una semplice ma determinante indifferenza hanno reso possibile la deportazione. Anche quest’anno parliamo di singoli individui, ma lo vogliamo fare da un punto di vista completamente diverso: a guidarci saranno, infatti, le storie di persone, sia note che comuni, che hanno saputo compiere inaspettati atti di coraggio e uscire dalla spirale dell’indifferenza».

La Presidente Marta Comi: «Onorati di accogliere ospiti illustri»

«Siamo onorati – è il commento della Presidente del Consorzio Villa Greppi Marta Comi – di accogliere ospiti illustri del calibro di Gabriele Nissim, Frediano Sessi, Daniel Vogelmann, Sabina Fedeli e di riflettere con loro sulle storie di chi, rischiando la vita, nel proprio piccolo ha fatto trionfare il bene anche nel tempo del male. Aggiungo che, grazie all’accordo sottoscritto con il Memoriale del lager di Majdanek, Villa Greppi potrà contare sulla presenza ai Percorsi nella Memoria di Marta Jabłońska, responsabile del Museo del campo e protagonista di un incontro sulla modalità di gestione della memoria delle deportazioni e sulle oltre 4000 schede di Internati Militari Italiani scoperte di recente nel Museo del Lager e acquisite dal Consorzio. Un materiale, quest’ultimo, che intendiamo catalogare e pubblicare».

Le anticipazioni: tra conferenze e spettacoli

E così, in poco più di tre settimane di eventi e con ben 18 appuntamenti, i diversi comuni del Consorzio Villa Greppi accoglieranno importanti personalità del mondo della cultura, quali, per citarne alcune, il fondatore e presidente dell’associazione dedicata ai Giusti “Gariwo” Gabriele Nissim (in arrivo per parlare del suo libro Il bene possibile. Essere giusti nel proprio tempo), lo scrittore, saggista e docente universitario Frediano Sessi (L’angelo di Auschwitz. Mala Zimetbaum, l’ebrea che sfidò i nazisti), il poeta e fondatore della casa editrice Giuntina Daniel Vogelmann (Piccola autobiografia di mio padre), la scrittrice e vincitrice del Premio FiuggiStoria Antonella Sbuelz (La ragazza di Chagall), l’autrice e regista del nuovo documentario #AnneFrank. Vite parallele Sabina Fedeli e la responsabile del museo del lager di Majdanek Marta Jabłońska. Nomi di primo piano, tra i quali spicca anche un volto noto al pubblico dei Percorsi: la sopravvissuta alla deportazione Sultana Razon, di nuovo ospite per portare la sua preziosa testimonianza.

Incontri con studiosi e scrittori, certo, ma anche, com’è nello spirito della kermesse, spettacoli teatrali, proiezioni e musica: tra i primi L’ultima notte di Bonhoeffer di e con Pino Petruzzelli, Gino Bartali – Un eroe silenzioso di Luna e GNAC Teatro, Un calcio a Hitler dedicato al giocatore del Milan Ferdinando Valletti e Joffo – Parrucchiere di e con Gigi Maniglia, Paola Colombo, Luca Pedeferri, regia di Matteo Binda. E poi, da non perdere, la proiezione della nuova produzione Nexo Digital #AnneFrank. Vite parallele, che ai Percorsi potrà contare anche sulla presenza in sala dell’autrice e regista Sabina Fedeli, mentre unico film in calendario è Corri ragazzo corri di Pepe Danquart, come sempre preceduto da un’introduzione storica a cura di Frisco. Musica, poi, con il concerto I bambini di Auschwitz del Clarionet Ensemble della Scuola di Musica A. Guarnieri del Consorzio, mentre con una conferenza a cura di Puccy Paleari si ripercorrerà la vicenda del testimone scomparso nel 2010 Italo Tibaldi.

Perfettamente in tema di Giusti anche l’incontro introduttivo che vedrà il direttore scientifico Frisco parlare di La scelta. Storie di Giusti nel tempo di complici e indifferenti e l’incontro con il lecchese Matteo Mastragostino, sceneggiatore della nuovissima graphic novel Perlasca, qui presentata in anteprima assoluta.

Anche un focus sugli Internati Militari Italiani

L’importanza delle scelte che possono cambiare il corso della storia al centro, quindi, dei Percorsi 2020: un tema che per questa edizione sarà sviscerato anche attraverso un focus dedicato agli Internati Militari Italiani (IMI), soldati italiani rastrellati e deportati nei territori tedeschi subito dopo l’8 settembre del 1943 e che hanno dovuto scegliere se collaborare con l’ex alleato nazista o essere internati in campi di lavoro. Atteso, in particolare, lo storico e giornalista Marco Palmieri, autore del libro I militari italiani nei lager nazisti che come la già citata responsabile del museo del lager di Majdanek Marta Jabłońska rifletterà proprio su questo sotto-tema, mentre sarà visitabile per tutta la durata della rassegna la mostra dedicata proprio agli Internati Militari Italiani (SCHIAVI DI HITLER. RACCONTI, IMMAGINI, DOCUMENTI DEI DEPORTATI ITALIANI 1943-1945), realizzata dal centro studi Schiavi di Hitler.

INFORMAZIONI – Di settimana in settimana, Il Flâneur vi terrà aggiornati sugli appuntamenti in programma. Per conoscere l’elenco completo consultare il sito www.villagreppi.it. Al seguente collegamento è possibile sfogliare online il pieghevole: https://ita.calameo.com/read/00110650808c6babe88d9?page=1

Share.

L'autore di questo articolo