ARCHIVIO – In Brianza prosegue “L’ultima luna d’estate”.
In arrivo “La Tempesta”, “Terra matta” e “Stasera sono in vena”

0

CARNATE – Una nuova replica de La tempesta di Shakespeare targata Bis Brianza in Scena, la messa in scena del testo Terra Matta ad opera del Teatro del Buratto e l’atteso appuntamento con Oscar De Summa e il suo Stasera sono in vena. Proseguono gli appuntamenti con L’ultima luna d’estate, il festival di teatro popolare di ricerca promosso dal Consorzio Brianteo Villa Greppi e ideato e organizzato da Teatro Invito. Dopo la serata che domenica 3 settembre ha portato nella cornice di Villa Greppi Lella Costa e gli Yo Yo Mundi, si apre una nuova settimana di appuntamenti con il teatro.

tempesta-villa-besana4Primo evento in programma quello che lunedì 4 settembre ha per protagonista una nuova replica de La Tempesta diretta da Luca Radaelli con la collaborazione di Michele Losi, coreografata da Filippo Ughi. Una produzione, questa, già portata in scena durante la scorsa edizione del festival brianzolo e che questa volta avrà come ambientazione il Parco Villa Borgia di Usmate Velate (in caso di maltempo Aula magna delle Scuole di via Luini). In programma per le 19, lo spettacolo sarà come sempre coinvolgente per il pubblico e itinerante nella forma (qui una nostra passata recensione dello spettacolo): una messa in scena che guiderà i presenti tra i sentieri e i prati dello spazio scenico scelto e che vedrà susseguirsi, in questo e quell’angolo del parco, le scene del testo che è la summa del teatro shakespeariano, una sorta di testamento poetico lasciato dal poeta. «Su un’isola imprecisata del Mediterraneo – anticipano dal festival – sbarcano dei naufraghi, ma la tempesta che li ha sorpresi di ritorno da Tunisi è solo un artificio teatrale, una messinscena architettata da Prospero il mago/regista che ha voluto questo straordinario teatro nel teatro per vendicarsi di suo fratello Antonio e del duca di Napoli Alonso. La vendetta sarà però evitata grazie a un matrimonio che garantirà il lieto fine». (I posti sono limitati e per partecipare è necessario prenotarsi: Tel. 346.5781822 | segreteria@teatroinvito.it).

terra mattaGiornata ricca di appuntamenti, poi, quella di martedì 5 settembre: oltre al Laboratorio teatrale con Gigi Gherzi e Silvia Baldini fissato dalle 15 alle 23 (per info: www.teatroinvito.it), la serata ha in serbo due spettacoli. Si parte alle 18.30 a Veduggio (scalinata della Chiesa, in viale Segantini. In caso di maltempo sala teatrale Martino Ciceri) con Terra Matta, tratto dal libro omonimo e diretto e interpretato da Stefano Panzeri, produzione Teatro del Buratto. Un testo che è un’opera monumentale e autobiografia di un bracciante siciliano del 1899, Vincenzo Rabito: scritto tra il 1968 e il 1972, «ci parla – così nella presentazione del volume – del carattere stesso del nostro Paese, stagliandosi, pagina dopo pagina, come una straordinaria epopea dei diseredati». E così Stefano Panzeri narrerà in prima persona la vita di Vincenzo – personalità che egli stesso definisce a metà tra un Don Chisciotte e uno Zanni – e le sue avventure, riproponendone la lingua dura, grezza, infarcita di sicilianismi.

stasera sono in vena1Ci si sposta a Carnate (Parco Villa Banzi, in caso di maltempo Sala Grazia Deledda) alle 21, quando è in programma Stasera sono in vena di e con Oscar De Summa, produzione La Corte Ospitale. Uno spettacolo, questo, che si è aggiudicato il premio Cassino Off “per aver affrontato con leggerezza, coraggio, responsabilità e ironia – questa la motivazione – il problema della droga, che parte dai ricordi dell’adolescenza pugliese per arrivare alla Sacra Corona Unita, attraverso un racconto narrato da un solo attore ma cantato da più voci”. Ironico e amaro al tempo stesso, lo spettacolo racconta parte dell’adolescenza in Puglia di De Summa: un viaggio negli anni Ottanta, quando si forma la Sacra Corona Unita e diventa sempre più evidente come il disagio umano sia una delle cose che rendono di più sul mercato. «Un racconto semplice sul piano-sequenza di una terra – si legge nella presentazione della pièce – che decide di cambiare direzione, di appropriarsi del proprio male. Si sorride delle vicende del protagonista dall’inizio alla fine, tranne che in alcune fratture che interrompono la narrazione e ci ricordano che quello di cui stiamo parlando è vero, è già successo, buttando una luce sinistra sulla situazione di oggi: il mercato delle droghe performative, come la cocaina, genera introiti che superano il Pil di alcune nazioni come la Spagna o la stessa Italia».

CONSULTA IL LIBRETTO CON TUTTI GLI SPETTACOLI IN PROGRAMMA

INFORMAZIONI - Per conoscere tutti gli eventi in programma cliccare quiIl Flâneur è media partner della manifestazione: qui l’articolo di presentazione del festival. Biglietti spettacoli serali 13 euro | ridotti 10 euro | spettacoli per bambini fuori abbonamento 5 euro | Abbonamenti Luna piena 90 euro | 3 spettacoli a scelta 27 euro | 2 spettacoli a scelta 20 euro | Prenotazione sempre consigliata per tutti gli spettacoli. Riduzioni: per i possessori di Carta Più e Carta Multi Più la Feltrinelli; Soci Arci; Soci Touring Club Italiano; utenti Acel. Per prenotazioni Teatro Invito : 3465781822 I segreteria@teatroinvito. Info: www.teatroinvito.it.

Share.

L'autore di questo articolo