ARCHIVIO – Jurij Ferrini torna sul palco del Teatro della Società
In scena “Misura per misura” di Shakespeare

0

LECCO – Una commedia a tinte fosche e dal ritmo serrato, fatta di inganni e colpi di scena. Dopo il bellissimo Cyrano della scorsa stagione teatrale, Jurij Ferrini torna sul palco del Teatro della Società di Lecco per cimentarsi, in doppia veste di regista e attore, con un testo shakespeariano dei contrasti, in pieno equilibrio tra dramma e commedia. Si tratta di Misura per misura, produzione del Teatro Stabile di Torino in programma a Lecco martedì 17 gennaio 2017 alle 21 e parte della rassegna di Teatro d’Autore.

misura per misura

ph Bepi Caroli

Al centro della pièce sarà, com’è noto, la vicenda di Vincentio, duca di Vienna qui interpretato dallo stesso Ferrini: per cercare di comprendere la verità naturale del peccato, il duca sceglie di abbandonare il potere per un certo periodo, di travestirsi  da frate e di nascondersi, sotto falso nome, nei bassifondi, lasciando al suo vicario, l’austero Angelo, il compito di ripulire la città dalla corruzione e dal vizio. Da qui una serie di intrighi, scambi di ruoli e inganni, come Shakespeare ci ha abituato: in una commedia che in certi punti sembra poter deviare verso la tragedia, la trama si rivelerà diversa da quel che appare, contrapponendo alla celebrazione della morale e della sua pubblica tutela la presa di coscienza dell’esistenza di corruzione e sete di potere. Tratti comici e alta poesia si danno appuntamento, qui, in uno spettacolo che ha debuttato solo nel novembre scorso a Torino e che ora è in tournée per l’Italia.

misura per misura2

ph Bepi Caroli

«Jurij Ferrini – anticipano dal Teatro Stabile – torna al grande autore inglese dopo averlo esplorato e messo in scena molte volte nei suoi venticinque anni di carriera e lo fa a partire dalla traduzione che nel 1992 lo Stabile di Torino commissionò a Cesare Garboli in occasione dell’allestimento firmato da Luca Ronconi. Giustizia e misericordia: questi – continuano – gli argini di una storia così umana e di rara bellezza, di fascino oscuro, in pieno equilibrio fra dramma e commedia» e che si muove con disinvoltura fra comicità ed altezza poetica, portando in scena una delle più rigorose metafore teatrali sulla profonda differenza tra potere ed autorità. «William Shakespeare – spiegano sempre dallo Stabile – ha intessuto molti dei propri capolavori con riflessioni sulla dignità dell’uomo e sull’abuso nell’esercizio del potere, ma con questa commedia gioca meta-teatralmente con i personaggi, e sembra nascondersi egli stesso sotto i panni del Duca di Vienna».

INFORMAZIONI – Platea 27 euro (ridotto 20), Palchi 23 euro (ridotto 18), I Galleria 17 euro (ridotto 13), II Galleria 12 euro (ridotto 10), Ingresso palco 11 euro. Biglietteria online: www.comune.lecco.it/index.php/scoprire-lecco/teatro-della-societa/biglietteria. Per conoscere gli orari di apertura della biglietteria del teatro cliccare qui. La sera dello spettacolo il teatro apre alle 20.30.

Share.

L'autore di questo articolo