ARCHIVIO – La perdita del lavoro e il senso di smarrimento. Allo Spazio Teatro Invito va in scena “Esilio”, della Piccola Compagnia Dammacco

0

LECCO – Un uomo perde il lavoro e, un po’ alla volta, smarrisce la sua identità, sino a sentirsi esiliato dal mondo. Una storia che sa di attualità ma con sprazzi surreali, portata in scena dalla Piccola Compagnia Dammacco di Modena, prossima ospite dello Spazio Teatro Invito di Lecco. Si tratta dello spettacolo Esilio, ideato, scritto e diretto da Mariano Dammacco e in programma per venerdì 31 marzo alle 21, come detto nel teatro di via Ugo Foscolo 42.

esilio1Al centro della vicenda narrata un uomo, qui interpretato da Serena Balivo en travesti: novello Charlot ora alle prese con la perdita del lavoro, il protagonista perderà successivamente anche il proprio ruolo nella società, entrando in un periodo di crisi che lo farà sentire sempre più solo e abbandonato. Uno smarrimento identitario, il suo, che lo condurrà sino alla fatidica domanda: come e perché è finito in una simile condizione di emarginato?

Un «goffo e grottesco tentativo – così ne parlano dalla compagnia – di venire a capo della situazione dialogando con se stesso, con la sua coscienza forse, con la sua anima o magari con le sue ossessioni. Lo spettacolo, con drammaturgia originale e centrato sul lavoro d’attore, cerca di offrire a ogni spettatore una riflessione sul nostro presente e di creare una sorta di memoria dell’oggi», pur con uno stile ironico e a tratti surreale.

INFORMAZIONI - Biglietto intero: 15 euro; Convenzioni Arci e utenti Acel Service: 12 euro; Ridotto under 30: 9 euro. Abbonamenti: stagione intera 120 euro; stagione intera convenzioni: 100 euro; stagione intera under 30: 80 euro. Prenotazioni via mail: segreteria@teatroinvito.it. Info: 0341 1582439, www.teatroinvito.it.

Ph. @ Pino Montisci

Share.

L'autore di questo articolo