ARCHIVIO – “L’ultima luna d’estate”: un venerdì ricco di spettacoli e musica. In programma “Sono tutti mio cugino”, “Giobbe” e la Festa dei vent’anni

0

CASATENOVO – Un tuffo indietro nella genuinità dei rapporti di paese, quando paese era sinonimo di grande famiglia. E poi la messa in scena di un capolavoro di Joseph Roth come Giobbe, che grazie a Roberto Anglisani condurrà gli spettatori in un piccolo villaggio della Russia di inizio Novecento, sulle orme Del maestro Mendel Singer e della sua famiglia. Infine, visto che è una ricorrenza speciale, la festa per vent’anni del festival in compagnia de L’orchestrina delle ore. Dopo l’inaugurazione dello scorso mercoledì a Lesmo e lo spettacolo dedicato a Picasso di giovedì, per venerdì 1 settembre L’ultima luna d’estate – la manifestazione promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi, ideata e organizzata da Teatro Invito e che per dodici giorni porta il teatro nelle ville, nelle cascine e nei cortili della bella Brianza – ha in serbo una serata ricca di appuntamenti. Tre eventi che a partire dalle 18.30 e sino a tarda ora animeranno con spettacoli e musica il venerdì sera.

cuginotelefonoPrimo appuntamento quello  in programma a Viganò (alle 18.30), nel cortile del Municipio (in caso di maltempo Palestra comunale di via Da Vinci): a salire sul palco saranno Enrico Lombardi e Dario Aggioli di Teatro Forsennato/Ass. Quinta Parete, protagonisti dello spettacolo Sono tutti mio cugino. Un titolo che preannuncia quello che sarà il tema portante dell’intera pièce: andare a riscoprire i legami stretti che hanno da sempre caratterizzato i piccoli paese, dove «ovunque ti giri – si legge nella presentazione dello spettacolo – “Sono Tutti Mio Cugino”». Al centro della scena una casa con 12 figli, una casa di lavoratori, una casa che era una famiglia, in un paese che era una famiglia: ora, però, qualcosa si è perso e ciò che rimane è l’organizzazione di una grande festa di paese, un’occasione per ricostruire, tutti insieme, il passato ormai perduto. Uno spettacolo, quindi, che attraverso i racconti di una famiglia e di una festa racconta ciò che abbiamo dimenticato, cose che nel passato abbiamo lasciato e che ora ricerchiamo.

giobbeCi si sposta a Casatenovo, precisamente al Terrazzo della Parrocchia di San Gaetano, per Giobbe. Storia di un uomo semplice. In programma a partire dalle 21, lo spettacolo sarà una trasposizione su adattamento di Francesco Niccolini e con consulenza letteraria e storica di Jacopo Manna del testo rothiano e porterà sul palco l’attore Roberto Anglisani, qui impegnato nel dare voce ai pensieri dei protagonisti, alle paure, alle speranze e alla disperazione, alle preghiere e alle rivolte. L’ambientazione è, come detto, quella della Russia di più di un secolo fa: un villaggio al confine con la Polonia, così piccolo da non essere riportato sulle mappe, e un uomo, Mendel Singer, dedito all’insegnamento della Bibbia ai bambini, come suo padre prima di lui. Un’ambientazione, ancora, che con la maestria di Roth tratteggia quello che è l’universo degli ebrei orientali. Un testo che attraverserà non solo trent’anni di vita della famiglia di Singer, di sua moglie Deborah e dei suoi quattro figli, ma anche la storia del primo Novecento, dalla guerra russo-giapponese alla prima guerra mondiale e oltre.

orchestrinaInfine, come anticipato, la Festa dei vent’anni, che a partire dalle 23 porterà a Villa Greppi di Monticello Brianza L’orchestrina delle ore, giovane band composta da Stefano Acuto, Francesco Anghileri, Francesco Badi, Nicolò Moschera, Dimitri Pugliese, Simone Severgnini, Tommaso Severgnini e che si esibirà sulle note di celebri cantautori italiani, da Buscaglione a Battiato, da Dalla a Caparezza, dagli Skiantos a Vinicio Capossela. Ai partecipanti è richiesto di indossare una luna, simbolo del festival, mentre per la mezzanotte è fissato il brindisi (l’ingresso alla festa è libero).

CONSULTA IL LIBRETTO CON TUTTI GLI SPETTACOLI IN PROGRAMMA

INFORMAZIONI - Per conoscere tutti gli eventi in programma cliccare quiIl Flâneur è media partner della manifestazione: qui l’articolo di presentazione del festival. Biglietti spettacoli serali 13 euro | ridotti 10 euro | spettacoli per bambini fuori abbonamento 5 euro | Abbonamenti Luna piena 90 euro | 3 spettacoli a scelta 27 euro | 2 spettacoli a scelta 20 euro | Prenotazione sempre consigliata per tutti gli spettacoli. Riduzioni: per i possessori di Carta Più e Carta Multi Più la Feltrinelli; Soci Arci; Soci Touring Club Italiano; utenti Acel. Per prenotazioni Teatro Invito : 3465781822 I segreteria@teatroinvito. Info: www.teatroinvito.it.

Share.

L'autore di questo articolo