ARCHIVIO – “Macbeth all’improvviso”: quando la tragedia diventa Commedia dell’Arte

0

CANONICA D’ADDA – Si chiude nella bergamasca il festival I Luoghi dell’Adda, che dalla fine di maggio ha portato 16 eventi tra spettacoli e concerti in suggestive località lungo il fiume Adda. In programma per domenica 6 luglio, infatti, l’ultimo spettacolo della kermesse, che andrà in scena a partire dalle 21.15 all’ex chiesa di Sant’Anna di Canonica d’Adda. Si tratta di Macbeth all’improvviso, opera teatrale liberamente tratta dal testo shakespeariano e scritta da Gigio Brunello e Gyula Molnar.

macbeth all'improvviso1Non aspettatevi, però, di assistere a una “normale” rappresentazione della famosissima tragedia del Bardo: Macbeth all’improvviso porterà in scena, infatti, un burattinaio (Brunello) e tutta la migliore tradizione della Commedia dell’Arte italiana, da Arlecchino a Balanzone, passando per Brighella. Saranno proprio loro, i comici dell’arte, i protagonisti di questo originale adattamento, dramma in due atti per burattini. Ad aprire il tutto sarà il burattinaio, che appena giunto sul palco si scuserà con i presenti: il Macbeth non potrà andare in scena a causa di contrattempi dovuti alla costruzione dei nuovi burattini. Al posto della tragedia, quindi, ecco una commedia, con Arlecchino che approfittando della momentanea distrazione del burattinaio e riproponendo le gesta di Macbeth guiderà la rivolta. Sarà proprio lui, lo Zanni bergamasco, a vestire quel costume, ad affronta il dilemma esistenziale dell’indossare quella maschera. Accanto a Macbeth la sua lady, interpretata da Brighella, che sembrerà esaltarsi nel ripetere battute truci e sanguinarie. E poi ancora Pantalone/Macduff e Balanzone/Banquo, in una rivisitazione letteraria che vedrà intrecciarsi i dialoghi di scena con quelli dietro le quinte, dando vita a situazioni farsesche e di teatro nel teatro.

L’ingresso allo spettacolo è libero. Per informazioni www.teatroinvito.it

Share.

L'autore di questo articolo