ARCHIVIO – Ogni estate ha la sua “Ultima Luna”: ecco gli appuntamenti del festival teatrale

0

BRIANZA – Un’edizione dedicata all’eroe e alla sua capacità di porsi come punto di riferimento, di essere un esempio da seguire. Stiamo parlando de L’Ultima luna d’estate, il festival del teatro popolare di ricerca che giunge quest’anno alla sua XVII edizione. Come sempre organizzato dall’Associazione Teatro Invito, fino al 7 di settembre il festival proporrà, come ormai da tradizione, un ampio calendario di eventi. Spettacoli teatrali, musica, recital, aperitivi, degustazioni e laboratori si susseguiranno, quindi, per un paio di settimane, trovando spazio in suggestive località brianzole. Saranno i comuni del Parco regionale di Montevecchia e Valle del Curone e del Parco dei Colli Briantei a ospitare, infatti, gli appuntamenti in programma.

Cederna

Giuseppe Cederna

Tematica principale, come detto, quella dell’eroismo. «In un mondo in cui le vite sembrano appiattite e banalizzate – spiega, infatti, Luca Radaelli, direttore artistico della kermesse – torna il bisogno di qualcuno che si ponga come punto di riferimento, la cui vita sia esemplare, fuori dall’ordinario, nel bene e nel male. Come diceva Andy Warhol, oggi tutti hanno diritto a un quarto d’ora di celebrità, e tutti sono disposti a fare carte false per ottenerla, questa celebrità effimera, per entrare a far parte del reality o del talent, insomma dello show. Allora – prosegue – ci siamo chiesti che cosa significhi oggi la parola “eroe”, quali possano essere le biografie da mostrare, quali le imprese eccezionali che il teatro può raccontare, chi siano stati i vincenti o gli sconfitti memorabili. Perché il teatro che non si lascia travolgere dallo show business rimane per noi ancora uno spazio di riflessione, di poesia, di senso. E di vita».

Allegri

Eugenio Allegri

ALCUNE ANTICIPAZIONI – Sarà la Villa Greppi di Monticello Brianza ad accogliere l’evento di apertura del festival: in programma per sabato 23 agosto alle 18 l’incontro Beato il paese che non ha bisogno di eroi, un appuntamento che, citando Bertolt Brecht, intende affrontare il tema dell’eroismo mettendolo in relazione con le vittime di mafia. A intervenire durante l’incontro saranno i giornalisti e scrittori Daniele Biacchessi e Piero Colaprico. Alle 21, presso Villa Mariani di Casatenovo, il sindacalista siciliano Placido Rizzotto sarà l’eroe celebrato in Ossa, spettacolo di e con Alessio di Modica, mentre a seguire (alle 23.00) sarà la volta di Aut. Un viaggio con Peppino Impastato, raccontato da Artevox. Per il secondo giorno di festival l’appuntamento è all’ex convento canossiano di Lesmo, dove domenica 24, alle 21, Giuseppe Cederna proporrà L’ultima estate dell’Europa, un viaggio attraverso le memorie, le poesie, i racconti e le lettere dal fronte della Grande Guerra, mentre il 25 agosto (alle 21, presso il Chiostro di San Giovanni a Perego), Assemblea Teatro proporrà l’ultimo soliloquio di Giordano Bruno, la notte che precede la sua esecuzione. Il 26 agosto Eugenio Allegri sarà protagonista di Berlinguer, i pensieri lunghi, per la regia di Giorgio Gallione (appuntamento alla Casa Gola, Olgiate Molgora), mentre le gesta di Ulisse saranno raccontate dal cantore Femio nello spettacolo di Luca Radaelli (Parco di Villa Borgia di Usmate Velate, 27 agosto).

ulisse

da “Ulisse”

Il secondo fine settimana di festival si aprirà, poi, con il ricordo di Fausto Coppi e Gino Bartali: in scena Ortoteatro con Nelle vene sangue e benzina (29 agosto alle 21.30, Municipio di Sirone), preceduto alle 18.30 a Sirtori da I grandi tamburi del Giappone. In programma per sabato 30 agosto, invece, tre spettacoli: La bella gioventù, racconto di Pierpaolo Piludu ambientato nella Seconda Guerra Mondiale (ore 18.30, Villa Besana, Sirtori); L’altra opera, Giuseppe Verdi agricoltore (alle 21, Cascina Ceregallo di Sirtori); Animali di periferia, incentrato sulla vicenda della Banda del XXII ottobre (alle 23 all’Antica Chiesa di Perego). Domenica 31 agosto, al Parco Verde di Lomagna (21.30), sarà la volta, poi, di Nostra Italia del miracolo, drammaturgia e regia di Giulio Costa che, partendo dalle parole di Camilla Cederna, compie un insolito giro d’Italia, mentre a partire dal primo di settembre l’attenzione si sposta su grandi personaggi femminili. «Donne – commentano dal festival – come spesso accade vissute all’ombra di un uomo più famoso di loro, come Camille Claudel, moglie dello scultore Auguste Rodin, in L’Age mur nié per Scenaperta (21.30, Parco di Villa Banfi, Carnate)». E ancora Antonia Pozzi, la poesia ha questo compito sublime, voce di Lucilla Giagnoni (4 settembre al Monastero della Misericordia di Missaglia) e Zelda. Vita e morte di Zelda Fitzgerald con Giorgia Cerruti (5 settembre a Villa D’Agostino di Osnago).

Corrado d'Elia

Corrado D’Elia

Dato il successo di pubblico durante le passate repliche, sono in programma due appuntamenti con il Sogno di una notte di mezz’estate che coinvolge le compagnie Teatro Invito, Piccoli Idilli e ScarlattineTeatro (il 2 e il 3 settembre, nei giardini di Villa Greppi), mentre il 5 settembre Teatro Invito e GEV Parco propongono Costellazioni. Storie di eroi e di dèi, camminata notturna tra Cereda e Sirtori con ascolto dei suoni e delle parole della notte. Infine gli ultimi due giorni di festival: sabato 6 settembre alle 16:30 (Villa Patrizia, Sirtori) Teatro Invito «racconta due bluesman, musicisti girovaghi, un po’ straccioni e un po’ poeti in Cappuccetto Blues», seguono gli “eroi” de La Conquista del Cervino, raccontata da Roberto Anglisani (18.30, Cascina Butto, Montevecchia). Sempre sabato, ma alle 21.30 all’Arena Chiesa Romanica di Arlate di Calco, Andrea Brunello interpreta il premio Nobel Richard Feynman ne Il principio dell’incertezza, mentre per il gran finale è atteso Corrado D’Elia, che alle 21.30 di domenica, presso la Villa Taverna Pegazzano Riccardi di Bulciago, andrà in scena con Io, Ludwig Van Beethoven.

BIGLIETTI E INFO - Spettacoli serali 13 euro | Spettacoli per bambini – fuori abbonamento € 5 | ABBONAMENTI: Luna piena 90 euro | 3 Spettacoli a scelta 27 euro| 2 Spettacoli a scelta 20 euro. Per informazioni su tutti gli eventi in cartellone: www.teatroinvito.it.

PROMOTORI - Organizzato dall’Associazione Teatro Invito in collaborazione con Bis – Brianza in scena, il festival è realizzato con il contributo della Provincia di Lecco, della Fondazione Cariplo, del Consorzio Brianteo Villa Greppi, dei Comuni di Bulciago, Calco, Carnate, Casatenovo, Lesmo, Lomagna, Missaglia, Montevecchia, Olgiate Molgora, Osnago, Unione Comuni Valletta, Sirone, Sirtori, Usmate Velate, Viganò, Parco Del Curone E Parco Dei Colli Briantei.

 

Share.

L'autore di questo articolo