ARCHIVIO – Spazio Teatro Invito di Lecco: il giornalista Gianni Barbacetto presenta il suo libro su Piazza Fontana. A seguire va in scena lo spettacolo “Stelle di Maggio”

0

LECCO – Il giornalista e scrittore Gianni Barbacetto apre la serata, lo spettacolo Stelle di Maggio di Teatro Invito chiude tra parole e musica. In occasione dei cinquant’anni dalla strage di Piazza Fontana, lo Spazio Teatro Invito di Lecco ospita un evento speciale: un appuntamento in programma per sabato 14 dicembre e che grazie alla collaborazione della Libreria Parole nel Tempo potrà contare anche sulla presenza di Barbacetto, nota firma de Il fatto quotidiano e autore del nuovissimo libro Piazza Fontana. Il primo atto dell’ultima guerra italiana, edito da Garzanti.

Una lunga serata, quella in programma nel teatro di via Ugo Foscolo, che si aprirà alle 18.45 proprio con l’incontro con il giornalista italiano, a Lecco per parlare di quel 12 dicembre del 1969, quando la bomba scoppiata all’interno della Banca Nazionale dell’Agricoltura di Milano causò 17 morti e 88 feriti. Un evento che rappresenta la madre di tutte le stragi, prologo di una stagione di violenti attentati ma anche, per Barbacetto, primo atto di una strategia eversiva molto più ampia, ispirata a un sistematico disegno criminale. «Quell’ordigno – si legge infatti nella presentazione del suo volume – segna l’inizio di una «guerra non ortodossa»: da una parte, un esercito occulto, senza divise e senza bandiere ma pronto a tutto, che riteneva di combattere contro il «mostro» comunista; dall’altra parte, cittadini inermi con l’unica colpa di trovarsi al momento sbagliato nel luogo sbagliato: una banca, un treno, una piazza, una stazione». Un libro, questo edito da Garzanti, che dà voce ai magistrati che hanno indagato sull’eversione e che approfondisce eventi tra i più oscuri della Repubblica, collegandoli tra loro.

Dopo un break con rinfresco, la serata proseguirà con lo spettacolo Stelle di Maggio, in programma dalle 20.45. Diretta da Luca Radaelli, la pièce porta in scena Roberto Scala e Giorgio Rizzi (che ne sono anche gli autori insieme ad Enrico Pozzi) e conduce il pubblico in un viaggio nell’Italia del dopoguerra, tra sogni, utopie, illusioni e soprattutto intrighi e misteri, da Portella della Ginestra a Piazza Fontana. Uno spettacolo popolare, questo prodotto da Teatro Invito, e incentrato su episodi fondamentali della nostra Storia più recente, qui narrati e musicati con ironia e sentimento. «L’Italia del dopoguerra – spiegano gli autori – è una storia fatta di misteri, tracciata nella nebbia. Una storia di uomini che chiedono pace, lavoro, libertà ma che si scontrano con odio, malaffare e potere. Personaggi equivoci come Salvatore Giuliano o Junio Valerio Borghese, ma anche tutti coloro che si sacrificarono per conoscere la verità, a costo della vita».

INFORMAZIONI – Biglietto intero 15 euro, ridotto convenzioni (Soci Arci, Fita, Scuole convenzionate di teatro) 12 euro, ridotto under 30 9 euro. Abbonamenti: intero 4 spettacoli a scelta 50 euro, convenzionati 4 spettacoli a scelta 40 euro, under 30 4 spettacoli a scelta 30 euro. Biglietti acquistabili online qui. Contatti e prenotazioni: segreteria@teatroinvito.it, Tel. 0341.1582439 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13. Info: teatroinvito.it/calendario-stagione/stelle-di-maggio/

Share.

L'autore di questo articolo